Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / torino / Primo Piano
Cairo-Buongiorno: da evitare un nuovo caso BelottiTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 19 giugno 2024, 06:15Primo Piano
di M. V.
per Torinogranata.it

Cairo-Buongiorno: da evitare un nuovo caso Belotti

Il mercato del Torino vive sulle plusvalenze, e non può essere altrimenti, un po' perché il fair play finanziario lo impone, anche se solo alle squadre meno "importanti", mentre le altre sono libere di sforare come vogliono, un po' perché il Presidente Urbano Cairo non investe più nulla di tasca propria se non per ripianare i debiti. Dunque servono soldi liquidi per poter investire, nella speranza che quando questi sono a disposizione non vengano sprecati come accaduto in passato con gli acquisti da capogiro come Niang, Verdi e Zaza. Ora, l'ambiente è legato ad Alessandro Buongiorno, e siamo certi che lo stesso difensore sia legato ai suoi colori, ma è arrivato il momento di ragionare seriamente se sia il caso di cercare di trattenerlo, rinunciando a tanti soldi correndo poi il rischio di perderlo a zero, come ormai sta diventando consuetudine vedere del calcio moderno.

Se Belotti fosse stato ceduto al Milan per sessanta milioni, quei soldi avrebbero quasi garantito un periodo meno negativo per il Toro, anche se, certamente, avrebbero portato forti critiche da parte dell'ambiente (che adesso, nel complesso e per il suo comportamento diversamente elegante, non può più vederlo). Questo è un quesito che la società dovrà porsi, ed anche in fretta.