Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / torino / Qatar 2022
Due volte Bruno Fernandes e il Portogallo va agli ottavi: Uruguay sconfitto 2-0TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 28 novembre 2022, 21:58Qatar 2022
di Luca Bargellini

Due volte Bruno Fernandes e il Portogallo va agli ottavi: Uruguay sconfitto 2-0

Vincere per staccare il pass con due vittorie in altrettante partite oppure conquistare i tre punti per cancellare lo scialbo 0-0 contro la Corea del Sud: sono questi i nastri di partenza di Portogallo-Uruguay, match della seconda giornata del Gruppo H di Qatar 2022. Alla fine la spuntano i lusitani con la doppietta di Bruno Fernandes.

Portogallo in controllo, mamma mia Rodrigo - Il ritmo è subito buono al 'Lusail' fra i lusitani e la celeste, con il primo spunto offensivo nei piedi dei sudamericani con Olivera che si coordina e calcia sulla sponda di Cavani. Immediata la risposta degli uomini di Fernando Santos con l'assist di spalla di CR7 per William Carvalho che calcia al volo spedendo però la sfera in curva. Per i primi 20' la gara rimane piuttosto bloccata, con il Portogallo che lavora di più il pallone in fase di possesso e l'Uruguay che morde le caviglie per verticalizzare. Il grosso problema per la formazione di Diego Alonso è che Ronaldo&C cambiano costantemente le posizioni in avanti, sia con i tre attaccanti che con le mezzali: in particolare Bernardo Silva che s'inserisce spesso nei corridoi centrali. Al 32' la prima vera occasione, però, capita nei piedi di Rodrigo Bentancur che parte in solitaria, salta due avversari e si presenta davanti a Diogo Costa. Il 22 lusitano è bravissimo ad annullare il pericolo. Pochi istanti dopo è ancora l'ex Juve a concludere in porta ma di nuovo senza successo. Tegola al 41' per il Portogallo che perde per infortunio Nuno Mendes. Il terzino del PSG si accascia da solo e lascia il campo in lacrime: al suo posto Raphael Guerreiro del Borussia Dortmund.

La decide CR7... Ah no, è Bruno Fernandes! La ripresa inizia con gli stessi effettivi della prima frazione. Al 51' il gioco si ferma per un'invasione di campo. La persona protagonista del gesto, con in mano una bandiera arcobaleno, è stato prontamente fermato e portato fuori dal terreno di gioco. Tre minuti dopo arriva anche il gol del vantaggio lusitano con Bruno Fernandes. L'ex Udinese manda in porta di testa un pallone lavorato sulla sinistra e messo in area per Ronaldo che però non sfiora. Il tentativo di colpo di testa del 7, però, serve per mandare fuori tempo Rochet. Al 75' lampo dell'Uruguay con Maxi Gomez che appen entrato al posto di Darwin Nunez, trova lo spazio per una conclusione precisa e potente dal limite dell'area che solo il palo alla sinistra di Diogo Costa riesce a fermare. Ancora la celeste al 77' con Suarez che sugli sviluppi di un calcio di punizione si trova il pallone fra i piedi a 3 metri dalla linea di porta. La sfera però trova solo l'esterno della rete. Neanche due giri di lancette ed è De Arrascaeta che trova lo spazio in area su servizio in profondità di Bentancur. Il 10 però anziché tirare tenta il servizio per un compagno trovando l'intervento di Diogo Costa. Al 90' con due minuti di ritardo c'è il calcio di rigore a favore del Portogallo. A richiamare l'arbitro iraniano Alireza Faghani è il VAR per un tocco di Gimenez in caduta su una giocata di Bruno Fernandes. Decisione assolutamente contestabile, ma che porta sul dischetto lo stesso centrocampista del Manchester United che non sbaglia. Da quel momento fino al triplice fischio l'8 rossoverde va due volte in porta per la tripletta, ma prima Rochet e poi il palo gli negano la nuova gioia. In ogni caso per il Portogallo è festa: vittoria e qualificazione agli ottavi di finale con un match d'anticipo.