Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / udinese / Serie A
Iaquinta: "Vi racconto di quando Lippi emerse da un lago con un pesce da 4 chili in mano"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 26 febbraio 2024, 18:48Serie A
di Dimitri Conti

Iaquinta: "Vi racconto di quando Lippi emerse da un lago con un pesce da 4 chili in mano"

L'ex attaccante Vincenzo Iaquinta, presente a Roma per la presentazione del docufilm 'Adesso vinco io' dedicato alla carriera di Marcello Lippi, ha parlato a margine dell'evento ai microfoni di Sky Sport. Inizia raccontando un aneddoto legato ai tempi della Nazionale: "C'era questo laghetto e per una scommessa si è buttato, tornando fuori con questo pesce che sarà stato 4 chili. (in realtà era comprato, ndr) Io ci sono cascato e come me tutti...".

Come descriverebbe Lippi?
"Il mister è stato unico, è riuscito a fare gruppo. Quando partecipi a Mondiali o Champions League, senza di quello non vai da nessuna parte. E nel 2006 avevamo un grande gruppo, oltre a un grande allenatore come Marcello Lippi".

Gli ha pure portato un regalo.
"Sì, gli abbiamo regalato questo trono. E ora che è in pensione ci si può sedere tranquillamente (sorride, ndr). Bello però rivedere tutti e il mister, una cosa incredibile".


La vostra storia passa attraverso la Nazionale.
"Adesso se un giocatore fa 5 gol viene convocato subito in Nazionale. Una volta ce la sudavamo, io ho segnato in campionato, in Champions...".

Con gli allenatori però c'è meno pazienza?
"Credo di sì. Però quest'anno c'è l'Europeo e speriamo che Spalletti ci faccia vedere qualcosa di buono e che l'Italia vada bene. È un grandissimo allenatore, l'ho avuto a Udine".