Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / venezia / Notizie
Tensione dirigenti-tifosi, la consigliera Tonon: "Il rispetto della comunità locale deve essere il primo valore ispiratore anche per investitori stranieri"
martedì 29 novembre 2022, 16:27Notizie
di Davide Marchiol
per Tuttoveneziasport.it

Tensione dirigenti-tifosi, la consigliera Tonon: "Il rispetto della comunità locale deve essere il primo...

La consigliera comunale di "Venezia è tua" Cecilia Tonon ai microfoni del Gazzettino ha parlato del blocco sui social da parte degli arancioneroverdi e dei pesanti scambi di messaggi tra alcuni tifosi e alcuni dirigenti: «Tra tifosi si sanno le cose: è emerso che alcuni esponenti della società contattano gli stessi chiedendo conto di cosa scrivano sui social. Altri commenti vengono cancellati, ormai le segnalazioni di gente bloccata arrivano a pioggia, al punto che c'è anche chi vuole ideare il club degli esclusi dai social del Venezia».

Arriva poi una velata minaccia sullo stadio: «Vorrei verificare l'accordo di concessione dello stadio da parte del Comune per vedere se sono previsti obblighi di comportamento. Secondo lo schema, la società dovrebbe impegnarsi a far osservare il codice del dipendente pubblico come da Dpr 62/2013, che vincola a correttezza, cortesia e disponibilità: in violazione ci potrebbe essere la risoluzione del contratto. Ma, al di là degli obblighi di legge, il rispetto della comunità locale deve essere il primo valore ispiratore anche per investitori stranieri».

Tonon rassicura: «Non è nell'interesse di nessuno togliere lo stadio di casa al Venezia, ma bisogna rispettare anche il pensiero dei tifosi moderati. Seguiamo la squadra con passione, è chiaro che così si porta ad un crescente disamore verso la partecipazione alle partite in casa, che sta crollando». Interpellato sulla questione, il club ha preferito non commentare».