Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / bari / News
Chi sale e chi scende - Cheddira spettacolare, Maita e Botta preziosi
lunedì 8 agosto 2022, 20:00News
di Raffaele Digirolamo
per Tuttobari.com

Chi sale e chi scende - Cheddira spettacolare, Maita e Botta preziosi

Quattro gol ad una squadra di Serie A, un'ottima prestazione e un successo che permette ai biancorossi di avanzare in Coppa Italia: la giornata di ieri ha mostrato un Bari competitivo e forte, in grado di superare l'Hellas Verona e regalarsi la sfida contro il Parma

CHI SALE - La menzione d'onore non può che essere per il mattatore della partita, quel Walid Cheddira che ha iniziato la sua stagione come meglio non poteva: dopo i due gol segnati al Padova, infatti, l'attaccante ha realizzato una splendida tripletta anche in terra veneta, portandosi a quota cinque marcature nella competizione. 

Bene anche Ruben Botta: quando si è acceso l'argentino, che ad un certo punto è entrato nella partita arretrando a centrocampo per recuperare e smistare palloni, si è acceso anche il Bari. La sensazione è che al momento la squadra non possa fare a meno della sua fantasia e della sua imprevedibilità, fattori fondamentali per una squadra come quella biancorossa. Sembra pienamente recuperato dal punto di vista fisico e rappresenterà un'arma in più importante in corso d'opera. In mediana ha ben figurato anche Mattia Maita, che oltre a conquistare il rigore dell'1-3 ha gestito da leader il lavoro in mezzo al campo, cercando inoltre più volte la conclusione pericolosa.

Si conferma una piacevole scoperta anche il portiere Elia Caprile, che con le sue mani sicure e con un paio di interventi spettacolari in tuffo ha salvato i pali dei galletti. L'ultima menzione va per Michael Folorunsho, autore di una buona prestazione e della rete che ha rimesso in equilibrio l'incontro dopo l'iniziale vantaggio dei padroni di casa. Ma al netto delle singole citazioni per alcuni, è stata l'intera squadra a brillare: la vittoria è arrivata con il contributo di tutti, dalla difesa all'attacco. L'ultimo plauso, dunque, non può che andare all'intero gruppo sceso sul terreno del Bentegodi, in grado di regalare una grande gioia ai tifosi.

CHI SCENDE - La sezione resta volutamente vuota. Impossibile, dopo una partita come quella di ieri, bocciare alcun calciatore. Del resto, la vittoria è arrivata al seguito di una prestazione corale, con movimenti coordinati in fase difensiva e ripartenze che hanno coinvolto l'intera squadra. Proprio questo fattore può permettere di far sognare i tifosi: la rosa va sicuramente migliorata con un paio di tasselli nei posti giusti, ma le premesse sono senza dubbio ottime.