Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Marocco, un Mondiale da 10 e lode. Con la Spagna per entrare nella leggenda
venerdì 2 dicembre 2022, 20:30In Primo Piano
di Claudio Mele
per Tuttobari.com

Marocco, un Mondiale da 10 e lode. Con la Spagna per entrare nella leggenda

Alzi la mano chi, solo qualche settimana fa, avrebbe pronosticato un Marocco in vetta al Girone F del Mondiale che si sta disputando in Qatar e ora pronto a giocarsi tutte le proprie carte agli ottavi di finale. Uno scenario che oggi rende pieno merito alla sorpresa della kermesse internazionale, con Ziyech e compagni capaci di mettersi dietro i vice-campioni del mondo della Croazia e, soprattutto, eliminare il Belgio

Piovono elogi per la nazionale del ct Regragui, fautore del primo posto dei marocchini. Una tiratina d'orecchie la possono fare i tanti tifosi baresi sparsi per lo stivale, che desideravano vedere scendere in campo il proprio beniamino. Cheddira, sottratto al Bari da oltre venti giorni, ha infatti visto i suoi compagni solo dalla panchina. Walid attende ancora l'esordio, chiuso dal bomber del Siviglia En-Nesyri e il suo alter ego Hamdallah.

Non ha fatto drammi l'attaccante biancorosso, ben consapevole dell'importanza di questa qualificazione per la sua Nazionale. Era dal 1986 che i marocchini non accedevano agli ottavi di finale di un Mondiale. Anche allora, come oggi, gli africani trionfarono nel mini raggruppamento, mettendosi alle spalle Inghilterra, Polonia e Portogallo. Fu la Germania Ovest ad estromettere il Marocco dalla competizione, tra le lacrime di un popolo intero. Trentasei anni dopo sono Ziyech e Hakimi a trascinare una terra da sempre passionale verso i propri colori. La sfida con la Spagna, in programma martedì 6 dicembre alle 12, può far entrare questa squadra nella leggenda.

Il Bari non può che sorridere e applaudire a distanza, malgrado debba rinunciare al classe 1998 per almeno altre due gare. Non solo per l'indennizzo economico che riceverà dalla FIFA, già superiore ai 200.000 euro visti gli oltre 20 giorni di Cheddira in Qatar. Il palcoscenico mondiale non può che accrescere il valore del ragazzo. Non solo quello economico, sebbene il ragazzo di Loreto non sia ancora sceso in campo. Soprattutto quello morale, perché un cammino del genere non può che innestare nel proprio animo sensazioni positive e forgiarlo. L'ascesa del Marocco farà crescere Cheddira. E lo stesso Cheddira farà crescere al più presto anche il Bari.