Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Serie B, che bagarre in panchina! Ecco la situazione delle venti squadreTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 13 giugno 2024, 20:00In Primo Piano
di Armando Ruggiero
per Tuttobari.com

Serie B, che bagarre in panchina! Ecco la situazione delle venti squadre

Giorni frenetici in casa Bari e non solo. Tante società sono a caccia del nuovo ds o del nuovo tecnico o di entrambi, come nel caso dei biancorossi.
In ottica galletti tutto tace. L'arrivo di Magalini sembrava imminente ma le cose stanno andando a rilento. Il sogno per la panchina è Vivarini, ma sono in corsa anche Sottil e Longo. Guardando alle avversarie il Brescia ha confermato Rolando Maran, tecnico ex Bari che ha rinnovato fino al 2026. Destino simile per la Carrarese, salita pochi giorni fa in B, guidata da Antonio Calabro, autore di una vero e proprio miracolo. I toscani dovrebbero confermare il tecnico a furor di popolo.


Grandi manovre a Catanzaro: i calabresi sono al centro di una vera e propria rivoluzione. Il tecnico Vivarini, accostato al Bari e a tanti altri club, ha annunciato di voler lasciare il club, così come dovrebbe fare anche il ds Magalini. Entrambi, però, sono legati da un contratto sino al 2025. Il presidente Noto, dal canto suo, ha tutta l'intenzione di non voler lasciare partire a cuor leggero i due pilastri della sua società. In ottica allenatore il nome di Aquilani è il più chiacchierato per i calabresi. Neopromosso anche il Cesena che ha salutato Toscano e che è pronto ad accogliere D'Aversa, anche lui insistentemente accostato ai galletti.
Il Cittadella ha confermato ancora per un anno Gorini, autore di un annata dolce amara in Veneto, mentre a Cosenza la situazione è tutta da definire. Ha salutato il ds Gemmi e anche Viali potrebbe lasciare, nonostante il contratto sino al 2025. Al suo posto potrebbe arrivare Zenga.


Se Cremonese e Juve Stabia hanno confermato rispettivamente Stroppa e Pagliuca, la situazione in chiave Frosinone è più complicata. La società sarebbe intenzionata a ripartire da Di Francesco, nonostante la retrocessione, ma il tecnico non ha ancora sciolto le riserve.
Il Mantova ha confermato Possanzini, dopo l'incredibile promozione dello scorso anno, così come il Modena ha confermato il condottiero Bisoli, che ha portato i canarini alla salvezza lo scorso anno.
Il Palermo ha cambiato il tecnico: ha salutato Mignani ed è arrivato Alessio Dionisi. Il Pisa non confermerà Aquilani e dovrebbe arrivare Inzaghi, ma potrebbe tornare in auge anche Viali, in caso di addio col Cosenza.


La Reggiana ha detto addio a Nesta, partito in direzione Monza, ed è alla ricerca di un nuovo mister. Tra i papabili spiccano Caserta e Abate. In casa Salernitana si vive una situazione simile a quella di Bari: dopo la retrocessione tutto tace. Va nominato prima un nuovo ds e poi si penserà all'allenatore.
La Sampdoria ha confermato Pirlo dopo i playoff conquistati lo scorso anno, mentre il Sassuolo ha ingaggiato Grosso per tentare l'immediata risalita. Infine lo Spezia e il Sudtirol saranno ancora allenate, rispettivamente, da D'Angelo e Valente.