Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Longo predilige la difesa a tre: così anche il reparto arretrato è da rifareTUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
mercoledì 19 giugno 2024, 16:00In Primo Piano
di Armando Ruggiero
per Tuttobari.com

Longo predilige la difesa a tre: così anche il reparto arretrato è da rifare

Moreno Longo, ormai prossimo a diventare tecnico del Bari, dovrà ricostruire, insieme al nuovo ds, quasi da zero il Bari. A causa del cambio tecnico, ma anche dei pochissimi giocatori di proprietà acquistati dal Bari lo scorso anno.

Il mister, dati alla mano, predilige il 3-4-1-2 o il 3-5-2. Un modulo che gli ha permesso di essere promosso a Frosinone, di andare in B con l'Alessandria e di salvarsi col Toro in A. E questo canovaccio tattico potrebbe essere un problema, data l'attuale rosa del Bari. Andando a dare un'occhiata all'organico della retroguardia biancorossa i galletti hanno il solo Ricci come terzino sinistro, mentre a destra ci sono Dorval e Pucino. Con il ritiro di Di Cesare in difesa sono rimasti tre centrali: Zuzek, Vicari e Matino. Con il primo che sembra destinato a fare le valigie.

Per giocare con questo tipo di assetto Longo richiederà alla società degli esterni alti capaci di offendere ma anche di ripiegare, dei semplici terzini adattati non bastano. D'altronde l'esperimento è stato provato da Iachini,lo scorso anno, quando si cercò di tornare alla difesa a tre, ma con esiti fallimentari. Senza dimenticare che serviranno sei centrali: tre titolari e tre di riserva. Attualmente in rosa ci sono solo Vicari e Matino, con Zuzek che, come detto, potrebbe salutare. O almeno cinque con il possibile adattamento di Pucino come braccetto di destra, con l'ex Ascoli che dovrebbe rimanere a Bari. Bisognerà, inoltre, decidere se provare a fare diventare Ricci e Dorval esterni a tutta fascia o sacrificarli per far entrare qualcun altro di già pronto per il ruolo. 
Dubbi e interrogativi per un Bari che, arrivato al 19 giugno, è in ritardo rispetto alle altre squadre e deve darsi una mossa a ufficializzare allenatore e ds, in vista del ritiro di luglio, ma anche in vista di una squadra che si prospetta da rifare.