Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / cagliari / Serie A
Cagliari-Napoli 1-1, le pagelle: Juan Jesus, che errore. Luvumbo una spina nel fiancoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 febbraio 2024, 06:06Serie A
di Pierpaolo Matrone

Cagliari-Napoli 1-1, le pagelle: Juan Jesus, che errore. Luvumbo una spina nel fianco

Risultato finale: Cagliari-Napoli 1-1

CAGLIARI (A cura di Fabio Cirillo)
Scuffet 6 - Poco impegnato, nel primo tempo risponde alla grande sul sinistro da lontano di Raspadori. Nella ripresa compie una serie di interventi determinanti.

Nandez 6,5 - Solita garra uruguaiana contro Kvara ed il connazionale Olivera, bravo nell’uno contro uno e nel sostegno in attacco.
Dossena 6,5 – Per tutta la partita ingaggia un duello con Osimhen, lasciando poco spazio Per il resto è bravo in impostazione e nel gioco aereo. Suo il lancio del pareggio.

Mina 6 – Oggi ha a che fare con un osso duro come Osimhen, col quale ha anche uno screzio nel primo tempo. Lavora bene in tandem con Dossena e legge tanti inserimenti di Zielinski.

Augello 5,5 – Gara di livello per il mancino di Ranieri, tante discese palle al piede e molti cross serviti al centro dell’area. Perde un pallone pesante in occasione del gol di Osimhen. Dal 76’ Oristanio s.v.

Deiola 6 – Fa un lavoro molto prezioso in mediana, riuscendo ad intercettare tanti palloni vaganti diretti all’attacco avversario.

Makoumbou 6,5 – Tra i migliori in campo del Lecce, abbina forza, dinamismo e tecnica con un grande risultato. Vince tanti contrasti in mezzo al campo, dando il via alle iniziative offensive.
Jankto 5– Poco ispirato il centrocampista di ceco, nel primo tempo sciupa una buona occasione non inquadrando lo specchio da pochi passi. Dal 60’ Zappa 6 - Entra con lo spirito giusto, spinge molto sulla fascia e segue attento i movimenti avversari.

Gaetano 6,5 - Gara importante per lui che però non si fa sopraffare dall’emozione e sfoggia una buona prestazione. Si accende a intermittenza e crea molte occasioni. Dal 60’ Viola 5,5 - Poco coinvolto dai compagni, non riesce a trovare la giusta posizione in campo per incidere.

Luvumbo 7 – Una spina nel fianco destro del Napoli, tanta velocità ed elettricità a servizio della squadra. Sciupa un’occasione incredibile nel primo tempo con un colpo di testa a porta vuota. Si rifà nel finale siglando il gol del pareggio all'ultimo respiro.

Lapadula 6 – Molto attivo sulla destra, si ritaglia diverse volte lo spazio per la conclusione ma non trova mai quella giusta per impensierire Szczesny. Si incaponisce spesso nel dribbling ritardando la giocata. Dal 62’ Pavoletti s.v. Dal 75’ Petagna s.v.

Claudio Ranieri 6 - Carica bene la squadra, partenza perfetta poi un blackout ad inizio ripresa che vale il vantaggio napoletano. Bravissimo a tenere alta la concentrazione e la fiducia, trovando il pareggio nel finale. Non una sorpresa.

NAPOLI (A cura di Pierpaolo Matrone)
Meret 6 - Una sola parata vera nella sua partita, ma è sempre bravo nelle uscite, fondamentale su cui è migliorato tantissimo. Esente da colpe sul gol.


Mazzocchi 5,5 - Di concetto non sbaglia, di tecnica sì. Troppo impreciso, soprattutto in fase di possesso. Nel primo tempo Luvumbo gli rende la vita complicata. Dall'86' Ostigard s.v.

Rrahmani 6 - Resta sempre stretto quand'è in marcatura e si stacca coi tempi giusti quando c'è da scappare. Guida bene la linea.

Juan Jesus 5 - Non sempre è nel posto giusto, colpa di automatismi difensivi che ancora non ci sono. E nel finale commette un grave errore in marcatura su Luvumbo. Se il Napoli non vince, oggi, la colpa è soprattutto sua.

Olivera 6 - Macina chilometri sulla corsia, cercando di riformare la catena con Kvara, senza però riuscirci. Dietro però è inappuntabile.

Anguissa 5,5 - Troppo molle nei contrasti, perde qualche pallone di troppo. Migliora col passare dei minuti.

Lobotka 6 - Se la sua mente e le sue gambe vanno veloce, il Napoli va veloce. Se vanno lente, il Napoli è macchinoso. Da lui dipende parecchio e oggi riesce ad aumentare i giri solo a tratti.

Zielinski 5 - Torna titolare dopo tutte le polemiche per il suo passaggio all'Inter, ma in campo non si vede praticamente mai. Non pervenuto. Dal 79' Cajuste s.v.

Raspadori 6,5 - Schierato a sorpresa da ala destra, al posto di Politano, per un'ora conferma le sue difficoltà sulla fascia. Quando viene più centrale qualcosa la combina, come il bel tiro da fuori nel primo tempo. E poi mezzo 1-0 è suo: recupero alto e assist al bacio per Osimhen, il terzo della sua annata. Dal 79' Lindstrom s.v.

Osimhen 7 - Torna a giocare in campionato due mesi dopo e ritrova subito il gol con la specialità della casa, il colpo di testa. Decimo centro stagionale, il terzo in carriera al Cagliari e tutti di testa. Sembrava una giornata stregata fino a quel momento, ma il gol ce l'ha nel sangue. Dall'85' Simeone s.v.

Kvaratskhelia 5 - Raddoppiato, spesso triplicato e con Nandez sempre addosso. Gara complicatissima in cui non si accende davvero mai. Una delle peggiori prestazioni dal suo arrivo in Italia. Dal 72' Politano 5 - Ha la palla per mettere in cassaforte il successo, sarebbe bastato servire Simeone tutto solo a porta sguarnita, invece è egoista, fa da sé e sbaglia.

Francesco Calzona 5,5 - Il Napoli non è bello da vedere, anzi per un'ora di gioco abbondante non si rende praticamente mai pericoloso perché mancano ancora gli automatismi offensivi. Ma almeno torna a segnare in trasferta oltre tre mesi dopo l'ultima volta. C'è ancora tanto da lavorare per ritrovare almeno i risultati.