Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / fiorentina / News
PULGAR, Accusa di violenza, vi spiego: casa mia...
mercoledì 29 giugno 2022, 21:00News
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

PULGAR, Accusa di violenza, vi spiego: casa mia...

Dopo la notizia - riportata oggi in Cile - secondo la quale il 28 giugno il centrocampista di proprietà della Fiorentina (e di rientro dal Galatasaray) Erick Pulgar è stato denunciato in seguito a una notte di festa a Las Condes e poi a Calera de Tango (dove ci sarebbe stata anche una violenza di gruppo ai danni di una ragazza - LEGGI QUI per i dettagli), il regista tramite il suo profilo Instagram ha voluto fare chiarezza sulla vicenda, dando la sua versione dei fatti. Ecco - tradotta in italiano - la lunga lettera postata sui social da Pulgar: "Con la presente vorrei chiarire quanto segue: nella notte di sabato 26, un gruppo di amici ha invitato altri amici a fare un incontro a casa mia. L'incontro è stato normale, nessuno degli oltre 20 partecipanti ha notato qualcosa di strano. Dopo l'incontro, ognuno è tornato a casa con i propri mezzi. Ieri una dei partecipanti all'incontro, con la quale non ho mai avuto nessun tipo di relazione, ha presentato una denuncia affermando di avere lividi sul corpo e di non ricordare assolutamente niente di quello che è successo sabato sera. A seguito di questa denuncia, ieri sono venuti inquirenti presso il mio domicilio per richiedere la mia dichiarazione volontaria come testimone, per il solo motivo di essere proprietario della casa in cui si è svolta la riunione dove la denunciante si trovava di notte sabato.

Certo, mi sono messo a loro disposizione e ho dichiarato tutto quello che ho visto quella notte. In base alle informazioni che ho potuto raccogliere, non sono a conoscenza di alcun reato che sarebbe stato commesso sulla mia proprietà. Alcuni dei presenti all'incontro hanno anche testimoniato le stesse cose, in linea con la mia descrizione dei fatti. Comprendo che la persona che ha presentato la denuncia intende chiarire di cosa si trattava, ma anche io. Per questo mi metto a disposizione della giustizia, per collaborare in tutto ciò che è necessario. Ma, date le voci infondate e le informazioni distorte che sono state pubblicate oggi, ci tengo a precisare con fermezza che non sono coinvolto in nessun tipo di denuncia o crimine. Chiedo ai media di informarsi al meglio e di riferire con cautela e responsabilità, rispettando la denunciante e me, che non sono altro che il titolare dell'edificio dove si è svolta la riunione".