Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / fiorentina / L'opinione
FIORENTINA SENZA LIMITI, PUO' ESSERE LA MINA VAGANTE DEL CAMPIONATO. SQUADRA INTRIGANTE, HA TUTTO PER FARE BENE. I NUOVI HANNO PORTATO UNA MENTALITA' NUOVA E RINNOVATE AMBIZIONI
domenica 14 agosto 2022, 11:10L'opinione
di Luca Cilli
per Firenzeviola.it

FIORENTINA SENZA LIMITI, PUO' ESSERE LA MINA VAGANTE DEL CAMPIONATO. SQUADRA INTRIGANTE, HA TUTTO PER...

Fra sogni e speranze, entusiasmo e certezze, consapevolezza nei propri mezzi e obiettivi chiari, inizia la stagione di una Fiorentina che mai come quest’anno è fra le squadre più attese ed intriganti in assoluto. A ragione, viene da dire. Perché nel solco della continuità la proprietà è riuscita a rendere ancora più forte e completa una formazione che chiaramente può essere rifinita e migliorata da qui fino al termine della sessione estiva di mercato, ma già cosi com’è fornisce ampie garanzie. Il precampionato, a livello di risultati, non è stato entusiasmante. Ma sono dati e statistiche che lasciano il tempo che trovano. La Fiorentina ha pensato specialmente a lavorare molto e bene sotto il profilo fisico. Scelta saggia, soprattutto per chi come la squadra di Vincenzo Italiano nel giro di pochi giorni ha tante partite ravvicinate ed un play off di Conference League da vincere per accedere alla fase a gironi.

La Fiorentina fisicamente c’è, a detta del suo allenatore sta bene e rispetto ad altre squadre ha due jolly: un anno di lavoro alle spalle già assimilato dalla gran parte degli attuali interpreti; l’entusiasmo dei suoi tifosi e dei nuovi arrivati. Questi ultimi, in attesa delle risposte del campo, hanno già dato il proprio contributo. Come? Alzando l’asticella delle ambizioni, elevando le aspettative del gruppo, fissando nuovi traguardi. Hanno portato una mentalità vincente, carisma all’interno di uno spogliatoio compatto che sa quel che vuole e come poterselo prendere. Anche Nikola Milenkovic, fresco di rinnovo contrattuale, senza troppi giri di parole ha parlato di Champions League. Un traguardo che nel futuro il club conta di centrare. Si sta attrezzando per farlo, lavorando per migliorare non solo la squadra ma anche le strutture con una visione lungimirante. Difficile dire se già nel corso di questo campionato la Fiorentina potrà rientrare fra le prime quattro. Non è semplice, vista la qualità delle avversarie. Ma di certo è una formazione che se la può giocare contro tutto e tutti. E’ la mentalità della Fiorentina, è il calcio di Italiano. Moderno, bello, innovativo e soprattutto offensivo. Se Luka Jovic ha scelto la Viola per rilanciarsi dopo gli anni complicati a Madrid con il Real è anche per questo motivo. L’attaccante è il più atteso in assoluto. Potenzialmente è un crack, a Firenze può tornare ai livelli di Francoforte quando con l’Eintracht segnava una partita si e l’altra pure, senza distinzione fra Bundesliga ed Europa. Alle sue spalle c’è Cabral, sugli esterni una batteria di giocatori di primo livello per qualità e soluzioni differenti che possono garantire a seconda dei casi. Consigli per l’uso sottoporta: d’accordo la voglia di assist, ma alzare il livello realizzativo dei vari Nico Gonzalez, Ikone, Sottil e Saponara è fra le priorità di questa nuova stagione.

L’unica nota stonata è l’infortunio di Castrovilli, il non poter contare sin da subito su un calciatore che logicamente avrà bisogna di tempo per tornare al top della condizione. Peccato per Castrovilli e per la Fiorentina. Perchè per qualità è fra i migliori interpreti italiani nel ruolo, ed uno come lui servirebbe sempre. Si parte, dunque. Per migliorare il 7° posto dello scorso campionato (cosa che personalmente ritengo possa essere possibile), per battere il Twente (avversario non semplice da affrontare) ed entrare nella fase a gironi di Conference League, per divertirsi e fra divertire una piazza che giustamente pensa in grande. Buon campionato a tutti! Ai tifosi della Fiorentina, agli appassionati in generale di questo sport. Buon campionato a chi lo racconta, come i colleghi di Firenze Viola sempre in prima linea ed a cui va il mio personalissimo augurio per una stagione ricca di soddisfazioni.