Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Radio FirenzeViola
FATTORI A RFV, Jovic non aiutato nella comunicazioneTUTTO mercato WEB
© foto di Lorenzo Marucci
mercoledì 15 marzo 2023, 15:53Radio FirenzeViola
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

FATTORI A RFV, Jovic non aiutato nella comunicazione

rfv
Sauro Fattori a Radio Firenze Viola
00:00
/
00:00

Sauro Fattori, ex viola, ha parlato del rendimento degli attaccanti della Fiorentina a Radio FirenzeViola: "Ormai ci siamo fatti un po' un'idea di Jovic, che però non è quella. Sia lui che Cabral sono adattissimi a una partita come quella di domani. Jovic l'ho sempre difeso, ha delle qualità che non ha dimostrato. Ha avuto alti e bassi, ma con un po' di continuità ha delle grandi doti, secondo me. Io ero convinto che Firenze potesse essere una piazza adattissima al serbo, invece come ragazzo non è estroverso e ha dato l'impressione di essere indolente. Forse per timidezza. Tutti hanno accelerato il giudizio e questo lo ha condizionato. Non è stato aiutato nella comunicazione, cosa che invece lo avrebbe fatto inserire bene. Secondo me questo è un ragazzo da guidare, Firenze sarebbe stato importante per la sua rinascita, rimango dell'idea che abbia delle qualità enormi".

Cabral è stato aspettato con più "pazienza"?
"Sì, soprattutto ha fatto breccia nel cuore dei tifosi quando entrò negli ultimi tre minuti della gara contro gli Hearts. Fu vista come un'ingiustizia e lo abbiamo "adottato"... Lui ha ottenuto questo amore da Firenze che gli ha perdonato molto, ma ora sta crescendo. Poi comunque ho visto che lui e Jovic sono molto amici, cosa importantissima".