Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Notizie di FV
FRANCHI, PADOVANI, PISCINA... E QUELLA COPERTURA CHE SLITTA AL 2027
venerdì 23 febbraio 2024, 20:00Notizie di FV
di Luciana Magistrato
per Firenzeviola.it

FRANCHI, PADOVANI, PISCINA... E QUELLA COPERTURA CHE SLITTA AL 2027

Le parole di Commisso e i sorteggi della Conference hanno fatto da cornice oggi all'inaugurazione del cantiere dei lavori di restyling dello stadio Franchi da parte del sindaco Dario Nardella. Una specie di taglio del nastro che il sindaco aveva già rinviato di qualche giorno per rispetto della tragedia accaduta nel cantiere dell'Esselunga in via Mariti. E la sicurezza è uno dei temi sui quali il sindaco si è più soffermato, confermando che non ci saranno subappalti. Il cronoprogramma è presto detto, per tutto marzo andranno avanti i lavori propedeutici in curva Ferrovia portati avanti da una ditta di Gubbio poi i lavori verranno assegnati alle imprese vincitrici del bando che inizialmente faranno dei lavori di restauro e rinforzo strutturale poi da giugno si getteranno le fondamenta per la nuova curva in Fiesole. Lavori che devono partire necessariamente dalla Fiesole perché in Ferrovia ci sono gli impianti elettrici e idrici necessari a far funzionare lo stadio stesso per tutta la prossima stagione.

Nella parte del Cerreti sorgerà il cantiere per lavorare allo stadio, con l'occupazione anche degli uffici mentre i "campini" dovrebbero diventare il campo del rugby durante i lavori al Padovani. Lavori che non dovrà finanziare la società con i suoi soldi, come gli era stato chiesto in un primo momento per arrivare a 18mila posti di capienza, ma che il Comune reperirà attraverso la pubblicità sul cantiere stesso. E a proposito di soldi restano in ballo i 55 milioni per lo stadio, con il sindaco fiducioso: "L'interlocuzione con il Governo va avanti e non si è mai fermata. Un'opera pubblica così importante verrà sicuramente finita, queste risorse in un modo o nell'altro saranno trovate".

Un altro tema è la conclusione dei lavori entro il 2026, un impegno necessario sia per rispettare i tempi del PNRR da cui provengono i 150 milioni a disposizione, sia per permettere alla Fiorentina di festeggiare il centenario nel proprio stadio. Resterebbe però da fare la copertura, che slitterebbe al 2027, si capirà poi in che tempi e modi riprenderanno i lavori che, comunque, sono previsti: insomma lo stadio sarà coperto.

Tra le buone notizie c'è invece quella riguardante la piscina. Il sindaco si è lasciato sfuggire che che verrà spostata ma l'annuncio non potrà essere dato prima di lunedì visto che l'assessore allo sport Guccione ci sta ancora lavorando ma la speranza è che la prossima settimana i lavoratori coinvolti ricevano appunto la buona notizia.