Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Radio FirenzeViola
ORLANDO A RFV, Sogno Champions? Non è un'eresiaTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
giovedì 29 febbraio 2024, 16:13Radio FirenzeViola
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

ORLANDO A RFV, Sogno Champions? Non è un'eresia

Massimo Orlando a Radio FirenzeViola
00:00
/
00:00

Ospite di Radio FirenzeViola Massimo Orlando. L'ex viola è tornato sulla grande vittoria della Fiorentina contro la Lazio anticipando quelli che potrebbero essere i temi della sfida di sabato contro il Torino: "Non avevo dubbi sul fatto che la Fiorentina avrebbe fatto una grande prestazione contro la Lazio. Avevo visto una Lazio stanca sia col Bologna che col Torino. Adesso viene il difficile, la squadra deve confermarsi a questi livelli: ripartirei sicuramente da Arthur, poi dobbiamo vedere anche come giocherà il Torino, che ha nelle fasce e soprattutto a destra con Bellanova, il suo punto forte. Poi quella di Juric è una squadra fisica, per questo cambierei qualcosa a centrocampo e metterei Duncan che garantisce atletismo. Quindi per la gara di sabato vedo uno tra Beltran e Bonaventura come trequartista".

Quella di sabato sarà una gara speciale soprattutto per Andrea Belotti.
"Sì sicuramente sarà una partita difficile, lui al Toro ha dato tanto. Poi c'è da dire anche che Belotti per ora le ha giocate quasi tutte possa riposare proprio in una trasferta complicata per lui come quella di Torino. Certo che penso anche ad Italiano. Una volta che ha trovato l'attaccante giusto, o quello che insomma sembra rendere meglio nel suo tipo di gioco, è difficile privarsene".

Secondo lei la Fiorentina ha superato la crisi?
"Sognare è ancora lecito. Nonostante un inizio di 2024 disastroso la Fiorentina è sempre lì. In questo periodo non c'erano problemi di difesa o di altro, era proprio la squadra che non riusciva a esprimere il suo gioco. La cosa che però mi rende più felice è che il gruppo sembra sia andato oltre a queste difficoltà iniziali. E adesso niente è precluso, perché se uno pensa alla Champions non è follia, con tre-quattro vittorie consecutive si riapre tutto".

QUI IL PODCAST INTEGRALE