Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Radio FirenzeViola
CINQUINI A RFV, Stimo Goretti ma salto mai facileTUTTO mercato WEB
lunedì 27 maggio 2024, 13:13Radio FirenzeViola
di Redazione FV
per Firenzeviola.it

CINQUINI A RFV, Stimo Goretti ma salto mai facile

rfv
Oreste Cinquini a Radio FirenzeViola
00:00
/
00:00

Intervenuto a Radio FirenzeViola, l'ex dirigente della Fiorentina Oreste Cinquini ha commentato la situazione dirigenziale in casa Fiorentina: "Non va snobbata la Conference League. In più, l'era Commisso ci ha portato a tre finali. Penso che il presidente si stia dando da fare, a cominciare dalla costruzione del centro sportivo, un vero gioiello. Il paragone coi Della Valle? Difficile farlo, loro (con Corvino) avevano portato a Firenze tanti ottimi giocatori, potenzialmente dei top poi rivenduti anche da questa stessa proprietà. A livello qualitativo penso che l'era Della Valle fosse migliore. Spero comunque che Commisso continui qui, anche se ho qualche perplessità: la prematura scomparsa di Barone ha messo Commisso in una posizione complicata, ha perso un uomo di fiducia difficilmente rimpiazzabile. La mancanza di un punto di riferimento come lui mi lascia preoccupato. Sono passati alcuni mesi ma ancora Commisso non ha trovato la persona giusta. Il presidente non potrà essere sempre a Firenze e dovrà capire a chi affidarla, spero che nella sua mente non ci sia l'idea di cedere la Fiorentina".

E sulle nuove soluzioni per il marcato, con Goretti che dovrebbe affianchere il Ds Prade nei prossimi giorni:"Pradè vuole fare da solo. A questo punto, credo che lui abbia l'esperienza e le capacità per gestire la Fiorentina in toto. Burdisso si è piano piano defilato, ha messo la firma sull'acquisto di Beltran, un acquisto che non ha sicuramente convinto fino a ora. Io ho una stima immensa per Goretti perché lo conosco, ma il salto non è dei più facili: un conto è lavorare in Serie B, un conto è andare alla Fiorentina. La scelta dell'allenatore sarà fondamentale. Anche qui torno a sottolineare la perdita di Joe Barone, era un punto di riferimento anche a livello di mercato".

E infine, su Raffaele Palladino, candidato numero uno per la panchina della Fiorentina: "Sicuramente è un ottimo allenatore, ma il fatto che Galliani non si sta spendendo per provare a trattenerlo mi fa pensare".

QUI IL PODCAST INTEGRALE.