HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » fiorentina » Altre Notizie
Cerca
Sondaggio TMW
Il Milan punta su Pioli: la scelta vi convince?
  Si, è l'allenatore giusto
  No, era meglio confermare Giampaolo
  No, serviva un altro allenatore

RBN, Giannichedda: "Schermaglie Conte-Sarri? È il gioco delle parti"

18.09.2019 07:49 di Alessandra Stefanelli    articolo letto 7126 volte
RBN, Giannichedda: "Schermaglie Conte-Sarri? È il gioco delle parti"

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Terzo Tempo’, è intervenuto l’ex Juventus Giuliano Giannichedda: “Fiorentina-Juventus? È un pareggio che lascia l’amaro in bocca soprattutto per la prestazione, la Juventus non ha giocato bene. Quando non vinci è giusto pareggiare e la Juve ha portato a casa un buon pareggio. Non per cercare alibi, ma non è facile giocare a Firenze dopo la sosta per le Nazionali, con 32-33 gradi, una squadra nuova e il lavoro di Sarri che è stato interrotto per la sua malattia. C’è tanto da lavorare, la Juventus è una squadra forte, non è secondo me una situazione preoccupante. Ciò che preoccupa sono i due infortuni, per il resto c’è tempo per rimediare”.



Sull’Inter: “Me l’aspettavo così, Conte è un allenatore che ti dà questa voglia e questo agonismo. Poi l’Inter ha cambiato, ma ha preso due italiani come Barella e Sensi che comunque già conoscevano bene il campionato italiano. Poi ha preso Lukaku che è un ottimo giocatore, con grande struttura fisica. La Juve ha bisogno di tempo, sono arrivati due centrocampisti come Ramsey e Rabiot che per motivi diversi non giocavano da un po’. Napoli e Inter hanno cambiato poco, ma la Juventus è ancora la più forte, soprattutto quando entreranno tutti in forma”.



Sul botta e risposta tra Conte e Sarri: “Secondo me è fatta apposta, è nel gioco delle parti. L’Inter sa che deve mettere pressione alla Juventus anche fuori dal campo, quindi secondo me ci sta ed è sempre nel limite dello sport. Sarri sicuramente non intendeva parlare dell’Inter, ma voleva sottolineare la difficoltà nel giocare alle 15 dopo la sosta per la propria squadra”.



Sulla Champions League: “Sono tante le squadre che puntano a vincerla, non è facile. Non dimentichiamoci che la Juventus ha fatto due finali perdendo contro due squadre quasi imbattibili. Per vincere la Champions devi arrivare a marzo-aprile con fortuna nel sorteggio e con una condizione fisica ottimale”.



Clicca sul podcast in calce per l’intervento completo dell’ex calciatore.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Fiorentina

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510