Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Primo piano
Lautaro: "City? Sono teso per ogni partita, la finale dovremo godercela. Non capita tutti i giorni"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 1 giugno 2023, 18:52Primo piano
di Yvonne Alessandro
per Linterista.it

Lautaro: "City? Sono teso per ogni partita, la finale dovremo godercela. Non capita tutti i giorni"

Uno dei simboli dell'Inter spumeggiante di questa stagione non può che essere Lautaro Martinez, che a suon di gol e assist sta spianando la strada ai nerazzurri, a tanto così dalla Coppa dalle Grandi Orecchie. Questione di un ultimo sforzo, la finale di Champions League contro il Manchester City in ordine a Istanbul il prossimo 10 giugno, ma prima il Toro ha voluto riavvolgere il nastro e pescare un ricordo, l'1-0 dell'Inter sul Barcellona nella fase a gironi della CL: "È in quel momento che abbiamo capito che potevamo essere grandi e che la squadra era unita. Sapevamo cosa volevamo".

Sugli ottavi contro il Porto invece?
"Contro di loro abbiamo sofferto". 

Ai quarti un'altra portoghese, il Benfica...
"Il Benfica era un avversario difficile, aveva perso poche partite e stava segnando molti gol: eravamo preparati perché avevamo già affrontato il Porto. Il mister in allenamento ci ha mostrato i loro punti di forza e come contrastarli". 

Fino all'Euroderby in semifinale contro il Milan.
"Eravamo di gran lunga superiori al Milan come atteggiamento, l'essere andati in vantaggio di due gol ci ha fatto sentire rilassati per il ritorno davanti alla nostra gente. Il gol? Uno dei più importanti della mia carriera, non per la bellezza ma per l'importanza e la storia che c'è dietro. Sono sentimenti unici, sensazioni difficili da descrivere".

Ora manca solo la finale contro il Manchester City...
"Guardo molti video dei portieri avversari per capire come si posizionano: se escono per i cross, se si tuffano in anticipo negli uno contro uno, quale palo preferiscono. È importante studiare questi dettagli, in questo modo posso prendere la miglior decisione in una frazione di secondo. Sono teso per ogni partita, sarebbe la fine se non mi sentissi nervoso. Dovremo godercela perché giocare una finale di Champions non capita tutti i giorni".