Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Visnadi: "L'Inter non può nascondersi, vincere darebbe il sapore di una successione per lo scudetto"TUTTO mercato WEB
domenica 3 dicembre 2023, 16:45News
di Marco Corradi
per Linterista.it

Visnadi: "L'Inter non può nascondersi, vincere darebbe il sapore di una successione per lo scudetto"

Nel suo editoriale sulle colonne del Giornale, Gianni Visnadi analizza così Napoli-Inter: "Stavolta è più difficile, ma anche più importante. È la quarta occasione in cui l’Inter gioca per tornare in testa alla classifica. Finora c’è sempre riuscita, vincendo. È più difficile perché il Napoli è più forte di Salernitana, Roma e Frosinone, nelle scorse settimane sconfitti dai nerazzurri per ristabilire le distanze rispetto a chi stava davanti semplicemente perché aveva giocato prima (una volta il Milan, due la Juventus). È più importante perché vincere in casa dei campioni in carica avrebbe non proprio il senso della successione, ma quasi. Più difficile e più importante, perché il Napoli già euforico di Mazzarri sembra molto più vicino a quello splendido di Spalletti di quanto non sia stato per 3 mesi quello triste di Garcia e perché Inzaghi deve dare una risposta netta ancorché indiretta a Max Allegri, con cui domenica scorsa ha scelto di non scontrarsi veramente". 

Il discorso poi prosegue sui protagonisti della sfida: "Stavolta l’Inter non può nascondersi, deve provarci per ristabilire le gerarchie e continuare a tenere le critiche a distanza. Di Lisbona e del primo tempo da incubo non resta nulla, solo la fatica risparmiata ai titolari, che stasera torneranno ovviamente al loro posto. Mancano sempre Pavard e Bastoni, ma tutti gli altri sono abili e quindi arruolati, con Darmian che torna in difesa e Dumfries sulla fascia. In attacco c’è la ThuLa, l’arma in più. Per Lautaro anche la sfida nella sfida col rientrante Osimhen, lui e l’altro sono i bomber dell’anno, l’ultimo capocannoniere e quello del campionato in corso. La partita può decidersi anche semplicemente fra loro due, ma Napoli-Inter è molte altre cose, resta che Inzaghi ha l’attacco e la difesa finora migliori del campionato, almeno così dicono i numeri. L’ultima volta, allo stadio Maradona, ha vinto il Napoli, già campione mentre l’Inter pensava a Istanbul. Netto, senza discussioni. La penultima, a San Siro, alla ripresa dopo il Mondiale, vinse invece l’Inter, con grande partita preparata da Inzaghi e giocata sugli errori altri, pallone agli avversari e ripartenze travolgenti, un po’ come il gol di domenica alla Juventus. Mazzarri è avvisato"