Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Calcio femminile
L'ultima in azzurro di Gama e il lascito alle nuove generazioni: non accontentarsiTUTTO mercato WEB
venerdì 23 febbraio 2024, 08:45Calcio femminile
di Tommaso Maschio

L'ultima in azzurro di Gama e il lascito alle nuove generazioni: non accontentarsi

“L’esempio da qualche parte cade e spero che siano numerose (le compagne NdR) che lo tratterranno” Queste le parole con cui Sara Gama ha lasciato la sua eredità in azzurro invitando le più giovani a non accontentarsi di quanto raggiunto e lottare – anche senza dover fare rivoluzioni – per migliorare sempre più le condizioni delle calciatrici: “Ci tengo molto e penso che le ragazze abbiano imparato qualcosa da noi. L'esempio da qualche parte cade e qualcuna trattiene sempre qualcosa e spero siano numerose. Il rischio di accontentarsi c'è, ma non tutte le generazioni fanno le rivoluzioni nella storia perché esistono cicli e momenti storici diversi. Io ho cercato di lasciare qualcosa meglio di come l'ho trovato e spero che anche loro facciano lo stesso. Hanno tante sfide davanti a loro, dovranno godersi il momento che vivono cercando di migliorare continuamente la situazione".

Poi un pensiero a quale sarà il calcio femminile fra 20 anni con un pensiero rivolto alle tante bambine che si approcciano a questo sport e una richiesta ai vertici federali e sportivo affinché sia facilitato il loro accesso al calcio con strutture e squadre pronte ad accoglierle: “Non butto lo sguardo così avanti, ma il mio augurio, come dovessi esprimere un desiderio, è che l'accesso per tutte le bambine al calcio sia facilitato. Per questo serve agire sul territorio, investire nella creazione di squadre diffuse con infrastrutture che possano permettere tutto ciò. Possiamo iniziare già oggi per avere fra 20 anni un movimento ancora più grande e forte".


Il lascito di Gama, che continuerà la sua avventura con la Juventus e il suo impegno con l’AIC, alle nuove generazioni azzurre che avranno sempre più peso nel nuovo ciclo che si apre sotto la guida di Andrea Soncin è tutto qui. Un lascito importante da parte di una delle calciatrici più iconiche del movimento femminile italiano e non solo, la leader di una generazione che ha saputo conquistare con fatica e impegno il professionismo e che ora passa idealmente il testimone a nuove leader che dovranno fare in modo che le conquiste non vadano annacquate o perse, ma si rafforzino sempre di più e vengano allargate alla più amplia platea possibile per vincere una battaglia che è culturale oltre che sportiva. E chissà che fra 20 anni una parvenza di parità fra i generi non possa essere raggiunta.