Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / L'Angolo di Calcio2000
Inter in fuga: Inzaghi sa cosa fare, gli altri ci provano…TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 27 settembre 2023, 06:00L'Angolo di Calcio2000
di Fabrizio Ponciroli

Inter in fuga: Inzaghi sa cosa fare, gli altri ci provano…

L’inizio di stagione dell’Inter è da applausi. In campionato, cinque vittorie su altrettante gare disputate (oggi l’occasione di salire a sei successi consecutive nel match, a San Siro, con il Sassuolo). Una difesa blindata (un solo gol subito, meglio di chiunque altro in Europa), un gioco funzionale e un attacco brillante (14 gol segnati, nessuno come i nerazzurri in Serie A). Inzaghi ha una squadra coesa che, in campo, sa esattamente cosa fare. Anche nelle giornate negative (si pensi all’insidiosa trasferta di Champions League sul campo della Real Sociedad), l’Inter non va mai in tilt e, alla fine, trova sempre il modo per raddrizzare la partita. Inzaghi ha un sistema che funziona e gli uomini giusti per metterlo in pratica in campo. Anche i sostituti, sanno esattamente come rendersi utile. La forza dell’Inter, oltre ad una rosa di altissimo livello, risiede nella sua abilità nel saper gestire le gare, senza mai perdere il controllo. Una dote che, lo scorso anno, l’ha portata in finale di Champions League e, se non ci fosse stato il super Napoli di Spalletti, probabilmente le avrebbe consegnato anche lo Scudetto. Quest’anno i nerazzurri hanno obiettivi ambiziosi. L’inizio di stagione ha certificato come l’Inter sia la squadra da battere, almeno in Serie A…
E le altre? Confusione e, soprattutto, l’incapacità di essere continuativi nei risultati. Ogni avversaria ha delle pecche evidenti. La Juventus va ad intermittenza, il Milan è meno fluido rispetto al recente passato. A Napoli non ci si intende su come giocare e le romane hanno perso punti preziosi senza neanche accorgersene. Insomma, mentre l’Inter rasenta la perfezione, le altre sono ancora alla ricerca della propria identità e non è detto che la riescano a trovare.
Chiaramente siamo solo all’inizio della stagione e può accadere tutto e il contrario di tutto. Non è detto che l’Inter resterà sempre tanto cinica e compatta, così come non sta scritto da nessuna parte che le rivali non riescano a trovare un modo per diventare competitive. Tuttavia, come recita il vecchio proverbio: chi ben comincia è a metà dell’opera… Onestamente, Inzaghi ha cominciato alla grande.
Chiusura dedicata all’annosa “lite” tra la società Juventus e la Curva Sud. Al momento, mentre vi scrivo, mi trovo all’Allianz Stadium per assistere a Juventus Lecce e, onestamente, mi spiace non vedere il tifo più caldo bianconero sugli spalti dell’Allianz Stadium. Le regole vanno rispettate (diviato categorico di introdurre striscioni, bandiere, megafoni…), non ci sono dubbi, ma anche il desiderio dei tifosi più calorosi di supportare la propria squadra andrebbe rispettato. Mi fa un certo effetto pensare che si possa arrivare a fratture simili tra due entità che, almeno sulla carta, sono unite dagli stessi colori e dallo stesso amore… Vi lascio, inizia la partita…