Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Calciomercato
Kean ha deluso, la Juventus pensa al suo sostitutoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 28 maggio 2022, 12:36Calciomercato
di Simone Gioia
per Bianconeranews.it

Kean ha deluso, la Juventus pensa al suo sostituto

Se c'è un reparto che rischia di essere stravolto rispetto alla stagione 2021/2022, quello è l'attacco. Con l'addio (certo) di Paulo Dybala, quello (probabile) di Alvaro Morata, si aggiunge oggi un terzo: quello di Moise Kean. Come scrive Tuttosport, "l'attaccante vercellese ha deluso parecchio, anche se è ovvio che nessuno si aspettasse da lui un rendimento ad altezza Cristiano Ronaldo. Però l’uomo dei record, capace di battere i primati di precocità nel corso della sua prima esperienza juventina in fatto di presenze e gol segnati da giovanotto rampante, non ha dato continuità a simili exploit". Per questo i bianconeri, accolta la disponibilità - sempre secondo Tuttosport - del giocatore a trasferirsi nuovamente lontano da Torino, avrebbero individuato in Giacomo Raspadori del Sassuolo il suo sostituto. L'attaccante neroverde non è in vendita e ad oggi ha una valutazione non inferiore ai 30 milioni. Ma, come scrive oggi il quotidiano sportivo diretto da Guido Vaciago, il motivo dell'interesse bianconero legato all'attaccante azzurro non sarebbe soltanto di natura tecnica, perché i dirigenti bianconeri sarebbero "rimasti particolarmente colpiti non solo dalle qualità tecniche del ragazzo, ma soprattutto dalla maturità del talento, più volte intravista e sottolineata dai compagni juventini incrociati in Nazionale".