Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Allegri si allontana dalla Juventus e con lui anche RabiotTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 22 febbraio 2024, 03:50Primo piano
di Mirko Nicolino
per Bianconeranews.it

Allegri si allontana dalla Juventus e con lui anche Rabiot

Si fa sempre più largo la strada del cambiamento di guida tecnica alla Juve: come cambierebbero anche le strategie di mercato

Ci sono ancora tre mesi di stagione e alla Juventus preferirebbero ovviamente lasciare il gruppo sereno, ma la questione della prossima guida tecnica è ormai d’attualità e se ne parlerà inevitabilmente ogni settimana. Massimiliano Allegri ha ancora un contratto fino al 2025, gode della stima di John Elkann e dell’appoggio professionale di Cristiano Giuntoli, anche se il Football Director bianconero sembra avere in chiave futura altre idee. Che non è detto siano le stessi degli altri che avversano il livornese nella società, ma sta di fatto che se 2/3 di un gruppo di lavoro sono per il cambiamento, è assai difficile che lo stesso non avvenga.

È per questo che con il passare delle settimane Allegri si allontana sempre di più dalla panchina della Juve. Come il divorzio si perfezionerebbe non è ancora chiaro, perché a fare la prima mossa potrebbe essere anche l’allenatore. In mezzo ci sono 7 milioni di motivi, un danno collaterale che la dirigenza sembra disposta anche a pagare. Due fazioni potrebbero momentaneamente fare fronte comune per il cambiamento, salvo poi andare ciascuno per i fatti propri, occupandosi come da contratti alle rispettive competenze.

Così come Giuntoli ha fin qui sorpreso con calciatori sui quali pochi avrebbero scommesso, non è dato sapere su quali tecnici stia lavorando per il futuro (posto che l’ultima parola spetterebbe sempre e comunque a John). Visto che la linea dell’efficientamento sarà perseguita ancora per alcune stagioni, sono da escludere allenatori di fascia top (come Conte, tanto per escludere subito qualche nomie, mentre tra i candidati ci sono sicuramente allenatori della fascia in cui rientra Thiago Motta.

Ovviamente, il cambio di guida tecnica comporterebbe anche diverse strategie nella composizione della rosa futura. Posto che si investimenti importanti non ce ne sono in vista, a meno di cessioni eccellenti, è evidente che senza Allegri lascerebbe Adrien Rabiot e piuttosto che su esperti parametri zero si punterebbe su altri giovani low cost. Situazione in divenire, insomma, ma l’impressione è che la prossima stagione sia un altro anno zero per la Signora. L’ennesimo dopo l’ultimo scudetto vinto.