Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
DA ZERO A DIECI - ZERO ALLE DISATTENZIONI, VLAHOVIC DA DIECITUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 febbraio 2024, 13:00Primo piano
di Massimo Pavan
per Tuttojuve.com

DA ZERO A DIECI - ZERO ALLE DISATTENZIONI, VLAHOVIC DA DIECI

Una vittoria che fa discutere, in passato, diciamo fino a qualche settimana fa per una vittoria del genere avremmo esultato è parlato di grande cuore e voglia di vincere fino alla fine, purtroppo essendo la quinta partita in cui vediamo errori continui, non possiamo più parlare di episodi, ma di una vittoria episodica, perché giocando così, difficilmente si riuscirà a ottenere i tre punti nella prossima giornata. 

ZERO - alle disattenzioni. I due gol incassati dalla Juventus non si possono incasssre, non è possibile che un attaccante in mezzo a cinque difensori colpisce da solo e la metà come gli pare, quesfo non è normale.

UNO - alla gestione del recupero. Nel recupero troppo nervosismo, non un giocatore capace di prendere la giusta strada, la giusta responsabilità. 

DUE - come i gol subiti. Ancora due come a Verona, troppi, Allegri voleva il clean sheet. 

TRE - come le reti realizzate, fattore positivo, non vedevamo tre gol dalla sfida con il Lecce. Unico fattore positivo per i bianconeri. 

QUATTRO - come i punti di vantaggio sul Milan. La Juventus allunga un pochino sui rivali, brodino per una corsa difficile. 

CINQUE - agli esterni della Juventus, non ci sono piaciuti, mai un uomo saltato, mai un pericolo, la mancanza di dribbling ed idee resta un problema.

SEI - a Bremer, tiene in piedi il reparto, ma qualche errore sul primo gol, lo fa anche lui. 

SETTE - ad Alcaraz, ci è piaciuto, deve migliorare le conclusioni, ma ha fatto vedere qualcosa di interessante.

OTTO -  alla generosità di MCKennie, due assist, qualche errore, dei palloni persi e un bel recupero, più si fa male.

NOVE - a Rugani, non tanto per la prestazione, tanto per il gol e per il fatto che si fa trovare nel posto giusto al momento giusto. 

DIECI - a Vlahovic, poco da dire, continua a segnare, quindicesimo gol in campionato e la sensazione che stia facendo qualcosa di importante.