Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Nato Oggi...
Patrick Vieira, una leggenda del calcio. Ha scritto la storia da giocatore, ora ci prova da tecnicoTUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
domenica 23 giugno 2024, 05:00Nato Oggi...
di Alessio Del Lungo

Patrick Vieira, una leggenda del calcio. Ha scritto la storia da giocatore, ora ci prova da tecnico

Patrick Vieira è stato uno dei centrocampisti più forti che il calcio ha potuto apprezzare negli ultimi 50 anni. Dotato di un fisico statuario, riusciva ad abbinare quantità, qualità e inserimenti in fase offensiva, oltre alla costante sicurezza nella gestione del pallone. Il francese era capace di dare equilibrio ed era desiderato da tutti gli allenatori, che ne facevano di lui un punto di riferimento per il reparto di mezzo. Da giovanissimo ha iniziato al Cannes, poi ha subito tentato fortuna in Italia, al Milan, ma in quella squadra non c'era spazio per lui: troppo giovane, troppo inesperto e ancora da sgrezzare. Alla fine saranno solo 5 le presenze in maglia rossonera, senza particolari acuti.

Il trasferimento all'Arsenal è una manna dal cielo perché gli permette di affacciarsi all'Inghilterra e soprattutto di farsi conoscere al calcio mondiale. Lì resterà dal 1996 al 2005, scrivendo la storia dei Gunners: al di là dei 32 gol in 405 presenze, a rimanere sono i 3 campionati conquistati, le 4 FA Cup e i 3 Community Shield. Pochi infortuni, tanta continuità e un livello di rendimento altissimo. Il francese è stato uno dei simboli degli Invincibles, una delle squadre più forti di sempre che nel 2003-2004 non perse una partita in Premier League.


Dopo 9 anni la scelta di tornare in Italia per concludere un qualcosa lasciato a metà. Vieira non ci mette molto a dominare anche in Serie A e al primo tentativo vince lo scudetto, poi revocato con Calciopoli, con la Juventus. La retrocessione in Serie B dei bianconeri lo obbliga in qualche modo a cambiare casacca e sceglie di ripartire dall'Inter, con cui apre un vero e proprio ciclo. A Milano conquista 3 scudetti e due volte la Supercoppa Italiana, quanto basta per tornare ancora una volta al centro delle chiacchiere di mercato. Tutte le estati ha tantissime richieste e nel gennaio 2010, a 33 anni, si rimette in gioco, ripartendo dal Manchester City, una squadra che ancora deve iniziare a diventare grande. In molti sono convinti che ormai non ha più l'età per fare la differenza a quei livelli, ma lui li smentisce subito: resta una stagione e mezza e vince una FA Cup, lasciando comunque un bel ricordo di sé. Chiude così la sua carriera, nella quale può vantare anche 107 presenze e 6 gol con la Francia. In Nazionale ha vinto il Mondiale del '98, l'Europeo del 2000 e la Confederations Cup del 2001. Cosa chiedere di più? Niente. Nel 2011 inizia l'avventura da allenatore nelle giovanili del Manchester City, ma la prima vera esperienza da tecnico la vive al New York City dal 2015 al 2018. Conquista i playoff per due stagioni e il Nizza decide di puntarci. È la prima chance in Europa, dopo la quale verranno anche Crystal Palace e Strasburgo, di cui è ancora al timone. Oggi Patrick Vieira compie 48 anni e ha ancora tutto il tempo davanti a sé per diventare un top anche in questa nuova veste.