Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / lazio / A tu per tu
…con Carmine GautieriTUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
giovedì 29 febbraio 2024, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Carmine Gautieri

“Il Napoli ha dimostrato di essere forte. Quando girano, calciatori come Osimhen e Kvaratshelia sono inarrestabili. Calzona sa il fatto suo, avendo lavorato con Sarri e Spalletti e in parte con alcuni calciatori sa come sfruttare le caratteristiche”. Così a TuttoMercatoWeb Carmine Gautieri, ex calciatore di - tra le altre - Roma e Napoli e oggi allenatore.
A Sassuolo sono già momenti di riflessione su Bigica.
“Il ragazzo viene dalla Primavera e ha comunque una buona esperienza. Non penso che la sconfitta di ieri debba essere una bocciatura. In Italia spesso ti fanno iniziare e ti fanno smettere. È un esordio non bello, si è calato nella realtà e se fossi il Sassuolo gli darei continuità e la possibilità di finire il campionato”.

Cosa è successo al Sassuolo quest’anno?
“Un’involuzione difficile da comprendere. I giocatori non hanno reso come negli anni precedenti e quando non rendi fai fatica a risalire”.

Serie B: si ferma il Palermo. Lei era a Parma-Cosenza.
“La giornata di martedì fa capire che la B è estremamente difficile. Nessuno si aspettava la sconfitta del Palermo ma Breda è un buon allenatore che prepara le partite anche in base agli avversari. Quella di martedì per i rosanero è stata una battuta d’arresto. Ho visto invece un bel Cosenza a Parma: è una squadra che sa giocare”.


In C sta risalendo il Benevento.
“Sono contento per il Benevento, il presidente ha creduto in Auteri che sta dimostrando di essere un allenatore valido. Se non avesse trovato Vigorito avrebbe avuto poca considerazione. Va dato merito al presidente che ha creduto in lui”

E lei mister?
“Nell’ultimo mese ho declinato tre proposte. Penso che ci debbano essere i presupposti. Sarò presuntuoso ma penso di essere un allenatore valido e devo fare la scelta giusta. Ho una grande voglia di allenare ma non devo farlo per forza. Voglio rientrare in un contesto giusto con persone che fanno calcio in una certa maniera. Mi hanno chiesto se andrei in Arabia, ho risposto di no; al di là dei soldi voglio allenare come piace a me”.