Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / lazio / Calcio estero
Il Bayern potrebbe finire la sua stagione già a marzo. Addio anticipato per Tuchel?TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 5 marzo 2024, 09:12Calcio estero
di Gaetano Mocciaro

Il Bayern potrebbe finire la sua stagione già a marzo. Addio anticipato per Tuchel?

Bayern-Lazio potrebbe sancire con quasi quattro mesi d'anticipo l'interruzione del rapporto con Thomas Tuchel. La separazione è già ufficiale dal 21 febbraio e come da prassi tipicamente teutonica certe decisioni vengono prese e ratificate con largo anticipo. Un fallimento in Champions League questa sera chiuderebbe già la stagione dei bavaresi, il che è clamoroso per non dire storico.

Nel weekend il Bayer Leverkusen si è portato a +10 e ha migliorato il proprio record d'imbattibilità stagionale: 34 partite su 34 senza sconfitte. Non c'è motivo per credere in un harakiri, nemmeno da parte di una squadra nota in tutto il mondo col poco onorevole sorpannome Neverkusen. In Coppa di Germania la squadra è uscita addirittura a novembre per mano del Saarbrücken (attualmente 10° in terza divisione) e prima di ferragosto ci fu l'antipasto della Coppa di Germania, finita con un pesante 0-3 contro il Lipsia: sembrava un incidente di percorso estivo, si è rivelato un tragico presagio di quella che sarebbe stata la stagione.


Fallire anche in Champions League significherebbe lasciare il Bayern Monaco senza trofei per la prima volta dopo 12 anni: l'allenatore dell'epoca era Jupp Heynckes, quel Bayern nel complesso fu devastante per lunghi tratti, cedendo solo ai rigori nella finale di Champions contro il Chelsea e arrivando all'atto conclusivo della coppa nazionale.

La verità è che Thomas Tuchel era ormai stato esonerato la stagione precedente e solo il suicidio del Borussia Dortmund all'ultima giornata gli ha regalato un titolo che è stato il lasciapassare per una seconda opportunità. Tutto questo mentre al triplice fischio dell'ultima giornata della Bundesliga 2022/23 il Bayern dava il benservito all'amministratore delegato Oliver Kahn e al direttore sportivo Hasan Salihamidzic. In questa stagione le cose non si sono aggiustate, anzi: il rapporto con i senatori ha inciso pesantemente. La ricerca di un centrocampista ha indispettito Joshua Kimmich, mentre Thomas Mller al termine del ko contro il Leverkusen è esploso pubblicamente. E poi anche De Ligt, Goretzka, Gnabry e Tel: tutti contro l'attuale allenatore. Comunque vada, ci sarà una rivoluzione. La partita contro la Lazio potrebbe semplicemente accelerare il processo.