Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / milan / Primo Piano
Il Sole 24 Ore - RedBird in controllo, Elliott in minoranza: verso la partnershipTUTTOmercatoWEB.com
sabato 21 maggio 2022, 10:00Primo Piano
di Francesco Finulli
per Milannews.it

Il Sole 24 Ore - RedBird in controllo, Elliott in minoranza: verso la partnership

L'indiscrezione lanciata ieri dal sito de Il Sole 24 Ore secondo cui RedBird Capital Partners avrebbe trovato un accordo con Elliott per l'acquisizione del Milan, è stata confermata nel corso della giornata anche dalla notizia riportata da Reuters secondo cui il fondo arabo Investcorp si sarebbe ritirata dalla corsa agli uffici di Casa Milan. L'accordo c'è, ora va definita la struttura finanziara.

La mano del Cardinale

Solo un paio di settimane fa si pensava che la trattativa tra Elliott e Investcorp potesse andare in porto da un momento all'altro, invece l'ingresso di RedBird e del suo intraprendente fondatore Gerry Cardinale ha scompaginato i piani del fondo del Bahrain. In poco tempo Elliott è passato dalla trattativa in esclusiva con gli arabi a parlare con i suoi connazionali. Come scrive oggi Il Sole 24 Ore - che ieri per primo ha riportato la notizia - le due società americane si sarebbero messe d'accordo per la cessione del Milan su una base di 1.3 miliardi, di più rispetto all'offerta del gruppo di Alardhi, specialmente se si considera che questa cifra potrebbe arrivare a toccare anche la somma di 1.8 qualora si verificassero determinate condizioni nei prossimi anni. Il quotidiano economico riporta che sono già al lavoro alcuni advisor come JP Morgan e Bofa Merrill Lynch.

Verso la partnership

Rimane da definire nei suoi dettagli la struttura finanziaria che, tutto sommato, non è un dettaglio da poco dal momento che i problemi, con Investcorp, sono sorti proprio in questa fase dell'operazione. La differenza con la trattativa condotta con gli arabi, però, è che si sta andando verso una partnership, quindi con il fondo Elliott che rimarrebbe in società con una quota di minoranza. Non è un caso che tutta la famiglia Singer, compreso il capostipite Paul, con ogni probabilità sarà presente sulle tribune del Mapei in occasione della sfida scudetto contro il Sassuolo: sintomo di una società che ancora la sua parte vuole farla. Se i discorsi legati alla struttura dovessero essere essere fruttuosi, già da settimana prossima l'operazione potrebbe concretizzarsi.