Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / Rassegna Stampa
La Gazzetta sul Milan: "Risanati e vincenti. Che crescita"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 1 ottobre 2022, 09:12Rassegna Stampa
di Francesco Finulli
per Milannews.it

La Gazzetta sul Milan: "Risanati e vincenti. Che crescita"

La Gazzetta dello Sport questa mattina in edicola propone un approfondimento sulla situazione economica del Milan che, negli anni di gestione Elliott, è migliorata sensibilmente. Il titolo recita: "Risanati e vincenti" e poi il sottotitolo "Champions, sponsor e attenzione ai costi. Milan, che crescita". La rosea ha fornito un quadro dalla stagione 2016/2017 (l'ultima di Berlusconi) fino a oggi. Il bilancio è passato da un rosso di -73 milioni con Berlusconi, affianco a un sesto posto in classifica, a quello di -126 della gestione Li un anno dopo. L'entrata in scena di Singer che ha dovuto fare i conti con la cattive amministrazioni precedenti e il covid hanno portato a un picco di -194 milioni. Da qui è iniziata la risalita che dal 2020 a oggi ha portato i rossoneri ad approvare un rosso in bilancio di -66. Un lavoro virtuoso, elogiato da Cardinale alla Leaders Week, ottenuto grazie alla gestione delle spese, a nuovi contratti di sponsorizzazione e al ritorno in pianta stabile in Champions League. In 3 anni il fondo Elliott ha tirato giù un passivo da 130 milioni e ha consegnato a RedBird un club sano, tra i più sani in Italia tra i top team. Il nuovo numero uno rossonero, Gerry Cardinale, ha già chiarito più volte che la sua gestione sarà nel segno della continuità.