Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / Primo Piano
Il Foglio - Pobega: "Voglio scrivere pagine importanti. Impressionato da Maignan, Gattuso straordinario per la mia crescita"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 1 ottobre 2022, 12:00Primo Piano
di Francesco Finulli
per Milannews.it

Il Foglio - Pobega: "Voglio scrivere pagine importanti. Impressionato da Maignan, Gattuso straordinario...

Tommaso Pobega è un po' la rivelazione di questo avvio di campionato rossonero. Dopo aver fatto tutta la trafila delle giovanili con il Diavolo e dopo quattro anni di gavetta in prestito, il centrocampista triestino è alle prese con la sua prima vera stagione da professionista con il Milan. In un'intervista a Il Foglio, Pobega si è raccontato dalle origini agli obiettivi.

Le origini e Ringhio

Pobega è un ragazzo che di campi di provincia ne ha assaggiati moltissimi, fin dall'infanzia, a Trieste, quando iniziò tra le fila del San Luigi quando colpì in faccia con una pallonata al suo allenatore. Da quel momento di strada ne ha fatta tanta, anche grazie a Rino Gattuso che lo ha allenato nelle giovanili rossonere: "Gattuso è stato straordinario per la mia crescita. Mi ha trattato fin dal primo giorno da uomo. Avevamo molta responsabilità e stava a noi dimostrare maturità e diligenza. Vi assicuro che quando si incazzava per qualcosa era spaventoso, ricordo che nessuno parlava più dopo le sue grida, silenzio totale”. E chissà che Pobega non riesca a seguire le orme del suo ex allenatore: quest'anno è partito benissimo con 7 presenze stagionali e 1 gol, emozionante, in Champions League.

Milan, San Siro e Maignan

Avendo giocato fin da piccolino nel settore giovanile del Milan, Pobega ha un rapporto speciale con San Siro che un tempo guardava ammirato mentre oggi corre sul prato verde (e segna gol). "Quando entro a San Siro ho ancora oggi i brividi. Nello spogliatoio spesso sentiamo i tifosi gridare i nostri nomi in tutto lo stadio". Nonostante l'amore sconfinato per l'impianto Tommaso ha le idee ben chiare sul capitolo nuovo stadio e su quello che vuole fare con il Milan: "È giusto che avvenga un’evoluzione, guardiamo avanti. L’obiettivo è il nuovo stadio. Io non vedo l’ora di vincere nella nuova Casa del Milan, vicino alla nostra gente, per scrivere pagine importanti di questa società". Come ultima cosa, Pobega ha dato pure un giudizio sui suoi compagni di squadra, molti dei quali sono dei campioni a suo dire, ma in particolare uno lo ha colpito: "Io sono rimasto impressionato dalle potenzialità di Maignan, dà una sicurezza fondamentale al reparto, sono pochi come lui, è un tipo da Nba"