Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Il rapporto tra Leao e Pioli: il portoghese racconta un aneddoto tratto da questa stagioneTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 febbraio 2024, 15:10News
di Claudio Pogliaghi
per Milannews.it

Il rapporto tra Leao e Pioli: il portoghese racconta un aneddoto tratto da questa stagione

Rafa Leao presenta oggi il suo libro "Smile", in cui si racconta toccando vari aspetti. L'asso portoghese ha dedicato un intero capitolo al Milan, intitolandolo proprio... "Milan". Al suo interno possiamo leggere un aneddoto di questa stagione che spiega il rapporto che il portoghese ha con Pioli: "Un esempio è la partita che abbiamo giocato a Napoli a ottobre 2023: non ero contento di essere stato sostituito ma il giorno dopo a Milanello abbiamo subito chiarito. Io gli ho detto cosa pensavo, lui ha fatto lo stesso con me, fine. Davanti alle telecamere tutto sembra più grande e più problematico, noi calciatori in campo leggiamo le partite in modo molto soggettivo e gli allenatori fanno esattamente la stessa cosa. Vivono di percezioni e devono fare delle scelte sul momento". 

Leao chiude il discorso così: "Mister Pioli spesso ha detto che con me ha parlato tanto, è vero, mi ha aiutato e mi ha dato sempre fiducia. Sono uno dei calciatori che è stato più tempo nel suo ufficio ma anche quello che ha giocato più minuti in ognuna delle ultime stagioni. Credo che le due cose siano collegate, che abbiano formato un legame e ho sempre pensato di dover ripagare questa fiducia. Entro in campo per fare del mio meglio e so che ormai non posso più sbagliare, e non parlo del campo, parlo dell’impegno e dell’esempio che le persone come il mister si aspettano da me".