Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Cardinale sicuro: "Lo stadio verrà costruito. Abbiamo fatto più progressi in 18 mesi rispetto ai tutti in Italia"TUTTO mercato WEB
giovedì 29 febbraio 2024, 20:21News
di Antonio Vitiello
per Milannews.it

Cardinale sicuro: "Lo stadio verrà costruito. Abbiamo fatto più progressi in 18 mesi rispetto ai tutti in Italia"

Il proprietario del Milan, Gerry Cardinale, ha parlato anche di stadio nella sua lunga intervista al Financial Times. 

In Italia si fa tanto parlare del nuovo stadio… Verrà costruito?

“Sì. Abbiamo fatto più progressi in 18 mesi rispetto ai tutti i progressi fatti in generale in Italia in generale per quanto riguarda la costruzione di un nuovo stadio. Sarebbe il secondo “Nuovo stadio” costruito in Italia dopo il 2011, lo Juventus Stadium. Quell’impianto ha 40mila posti, quello per cui stiamo lavorando ne avrà 70 mila. Non stiamo cercando di portare solo uno stadio, ma un campus di intrattenimento multimediale in stile americano a Milano. Milano sarebbe il posto perfetto e sarebbe positivo per non solo per il Milan, ma anche per l’Italia e la Serie A. Voglio creare una società per costruire lo stadio e poi usarla anche per costruire lo stadio di tutte le altre squadre in Serie A. Da una parte ovviamente l’obiettivo è vincere lo Scudetto, dall’altra voglio aiutare la Serie A a colmare il gap con gli altri campionati. Io vorrei vincere ogni anno, sarebbe impossibile, ma è il livello competitivo che crea valore. Se fossero i soliti 3-4 club a vincere ci sarebbe meno valore.

Quando compri un club europeo lo “condividi” con i tifosi. I fan ovviamente pensano di essere i proprietari, io prendo la cosa molto seriamente. Io voglio essere la persona che porta valore al loro asset. Lo faccio da 30 anni. Dobbiamo essere però più autosufficienti come movimento, dobbiamo essere più professionali. La cosa che mi preoccupa nel calcio Europeo è che la gente pensa che tu debba spendere di più dei tuoi avversari. Non importa quanti soldi hai, spenderne un quantitativo esagerato non potrà mai essere la cosa giusta da fare. Dobbiamo essere sostenibili, dobbiamo spendere meglio”.