Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Assogna: "Non ho dubbi che il Milan debba ripartire da Leao e Theo nella prossima stagione"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 14 maggio 2024, 15:30News
di Lorenzo De Angelis
per Milannews.it

Assogna: "Non ho dubbi che il Milan debba ripartire da Leao e Theo nella prossima stagione"

Nel corso del consueto appuntamento con 'Il Calcio è Servito' di SkySport 24, il giornalista Paolo Assogna ha parlato di Milan soffermandosi in modo particolare sul futuro della formazione rossonera, svelando i nomi sui quali secondo lui si dovrebbe ripartire e rifondare a partire dalla prossima estate. Queste le sue dichiarazioni. 

"Non ho dubbi che il Milan debba ripartire da Rafael Leao e Theo Hernandez. Ne conosciamo pregi e difetti, conosciamo il fatto che in Europa League, nella doppia sfida con la Roma, hanno fallito, clamorosamente. Questo, dobbiamo dare un nome alle cose. Dobbiamo parlare di fallimento dei due giocatori più forti del Milan. Io credo che abbiano bisogno di un linguaggio nuovo che dovrà portare il nuovo allenatore. Arrivi ad un certo punto in cui i giocatori hanno l'assuefazione di un certo tipo di imput che gli arriva dal leader del gruppo. Questo è un fatto assolutamente naturale, non è che i giocatori ce l'hanno con Pioli nella semplificazione popolare o quant'altro. Io credo che loro due, con un nuovo linguaggio, con qualche novità dal punto di vista tattico, non è detto migliore o peggiore, ma nella diversità secondo me potranno fare qualcosa di assolutamente nuovo, ma ripartirei certamente da loro due che sono nettamente i due migliori giocatori del Milan".