Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Marinozzi: "Di fronte ad una buona offerta nessuno è incedibile, quindi si possono vendere sia Theo che Leao"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 14 maggio 2024, 14:10News
di Lorenzo De Angelis
per Milannews.it

Marinozzi: "Di fronte ad una buona offerta nessuno è incedibile, quindi si possono vendere sia Theo che Leao"

Nel corso del consueto appuntamento con 'Il Calcio è Servito' in onda su SkySport 24, il giornalista Andrea Marinozzi ha parlato di Milan soffermandosi in modo particolare sul futuro di Theo Hernandez e Rafael Leao. Queste le sue dichiarazioni. 

"Difronte ad una buon'offerta nessuno è incedibile, quindi si possono vendere sia Theo che Leao. Sono due elementi centrali, senza una buona offerta, per ripartire. Devono fare entrambe un salto grosso mentale". 

Se devi fare un sacrificio più Leao o più Theo?
"Non lo so, forse più Theo, però dipende veramente dalla disponibilità economica che hai poi da investire sul mercato e l'offera che ti fanno. E' però difficile scegliere in questa maniera. Di certo Leao è molto condizionante senza palla. Con un nuovo allenatore, ed un suo sviluppo di crescita, oltre che naturalmente ad essere più continuo, aumentare le partite in cui domina, ma anche la qualità della partita è fondamentale per lui. Ieri (sabato sera n.d.r.) entra, tanti spazi, bellisimo da vedere. In gare dove tocca meno il pallone, non c'è profonodità, va molto più in difficoltà. Questa stagione ha fatto un passo in avanti nella capacità di mandare in porta i compagni, record di assist, passaggi chiave. Da questo punto di vista è notevolmente migliorare. Un altro salto lo deve fare sicuramente senza palla. Impegnarsi un po' di più, avere le letture migliore di quelle che ci mostra in campo".