Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Di Stefano sulla conferenza di Ibrahimovic: "Mi è piaciuta tantissimo, aveva le idee chaire"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 17 giugno 2024, 17:10News
di Lorenzo De Angelis
per Milannews.it

Di Stefano sulla conferenza di Ibrahimovic: "Mi è piaciuta tantissimo, aveva le idee chaire"

Intervenuto sul canale YouTube di Carlo Pellegatti, il giornalista di Sky Sport Peppe Di Stefano ha parlato di Milan commentando la prima vera conferenza stampa da dirigente di Zlatan Ibrahimovic, valutata positivamente anche se non è stata particolaremente apprezzata dai tifosi. Queste le sue dichiarazioni. 

"Mi è piaciuta tantissimo la conferenza di Zlatan Ibrahimovic, la prima vera da dirigente, non ha utilizzato i toni alti. Perché non è piaciuta molto ai tifosi? Perché Ibra, secondo me, per la prima volta...Io ti parlo da cronista: Ibra per la prima volta, eravamo abituati a fare 3 minuti di intervista flash a Sky, piuttosto che Mediaset, piuttosto che altre redazioni, nei post partita, in 3 minuti, con l'adrenalina del match. Ibra, in quanto spesso migliore in campo, parlava al 94', quindi ancora con l'adrenalina in corpo, ti dava due tre titoli e quello era. Adesso è stata una conferenza sicuramente studiata. programmata, rifelssiva, cioè non è stata una conferenza stampa dove lui di getto diceva le cose. Aveva sicuramente delle idee chaire. La frase più forte di tutto per me è "Restano Theo, Leao e Maignan", perché in queste ore qui a Dortmund c'era Beppe Marotta, e Beppe Marotta ovviamente confermava i rinnovi di alcuni giocatori dell'Inter, ed è chiaro che quelli sono gli acquisti dell'Inter. Per il Milan trattenere giocatori come Theo, Maignan e Leao, visto come sta andando un po' il calcio italiano, secondo me sarebbe una gran bella conquista. E se poi a questo unisciti i giocatori in attacco, a centrocampo, difesa e terzino, il Milan può diventare una squadra ancora più forte".