Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Serie A
"Non sono una riserva. Mi sento titolare". Rivedi Florenzi prima di Rennes-MilanTUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO
giovedì 22 febbraio 2024, 00:15Serie A
di Daniel Uccellieri

"Non sono una riserva. Mi sento titolare". Rivedi Florenzi prima di Rennes-Milan

Alessandro Florenzi, terzino del Milan, è intervenuto ai microfoni di Sky in vista della sfida con il Rennes, gara valida per i playoff di Europa League. I rossoneri, con il 3-0 dell'andata, hanno ipotecato il passaggio del turno, ma in Francia il Milan non dovrà avere cali di tensione:

Come sta il gruppo dopo il ko di Monza?
"Stiamo bene, ovviamente siamo arrabbiati e delusi per Monza ma come ho sempre pensato ci vuole equilibrio nelle vittorie e nelle sconfitte. Non siamo superstar con una vittoria, non siamo brocchi perdendo una gara. Abbiamo perso per degli episodi e per nostri demeriti. Domani sarà una battaglia e dovremo giocare senza pensare così tanto al risultato dell'andata".

Monza solo un episodio o i tanti cambi hanno creato difficoltà?
"Non penso, quando c'è Davide mi dovrei sentire anche io una riserva... Ma io non mi sento una riserva, mi sento un titolare come si sentono tutti gli altri. Noi dobbiamo fare il meglio, siamo giocatori forti e dobbiamo dimostrarlo in campo".


Milan fra le favorite?
"Intanto pensiamo a domani, andare troppo in là non mi è mai piaciuto. Pensiamo gara dopo gara pur sapendo di essere una squadra forte che può puntare a qualcosa di importante".

Leao ha ancora margini di crescita?
"E' giovane e ha voglia di apprendere, a volte si sveglia con la luna storta ma ci sta. E' un po' un artista, ma è il primo a sapere di avere ampi margini di miglioramento".

I tanti cambi a Monza, possono aver creato difficoltà al resto della squadra?
"Ho vissuto anche altrove questa cosa... Ma siamo a febbraio, ci alleniamo da tanto tempo insieme e abbiamo giocatori forti, giocatori da Milan. Anche noi dobbiamo prenderci delle responsabilità dentro al campo, come fatto a Monza. Lì ci sono stati errori di voglia. Avevamo ripreso la partita e nella testa volevamo vincerla, è stato un errore ma comunque una scelta. Poi è andata male, ma la voglia di vincere resta e fotografa il calore del Milan in questo momento".