Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Euro 2024
Le pagelle dell'Italia - C'è solo il Capitano. Tutti in tilt contro l'intensità e la qualità spagnolaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 20 giugno 2024, 23:05Euro 2024
di Raimondo De Magistris
fonte Dal nostro inviato all'Arena AufSchalke di Gelsenkirchen

Le pagelle dell'Italia - C'è solo il Capitano. Tutti in tilt contro l'intensità e la qualità spagnola

Risultato finale: Spagna-Italia 1-0

Donnarumma 9 - Prestazione clamorosa, almeno quattro grandissimi interventi. Para di tutto, proprio come nell'Europeo di tre anni fa. Poi viene beffato da un suo compagno di squadra.

Di Lorenzo 4 - Non c'è partita, purtroppo. Quando Nico Williams accelera sembra una Ferrari, lui lo insegue con un'utilitaria: il duello è impari.

Bastoni 5.5 - Prova come può a guidare la difesa azzurra, ma se la Spagna vince di misura è soprattutto perché di fronte c'era un grande Donnarumma. E perché Pedri e compagni si son divorati qualche occasione di troppo.

Calafiori 5 - Ha tenuto botta per quel che era possibile fino allo sfortunato autogol. Episodio determinante, purtroppo, all'interno di una prestazione non malvagia.

Dimarco 5 - A differenza di Di Lorenzo non esce bullizzato dal duello con Yamal. Ma ne esce comunque male: quando parte con le sue serpentine il campioncino del Barcellona è imprendibile.

Jorginho 4.5 - Da vertice basso non ha la giusta fisicità per mettere in difficoltà il palleggio spagnolo. Pronti via e si perde Pedri che, per sua fortuna, non riesce a battere Donnarumma. Prova a intercettare le linee di passaggio spagnole, si arrabatta come può per aiutare in fase difensiva. Ma non è la sua partita. Dal 46esimo Cristante 6 - Entra bene in campo, da una sua iniziativa sulla fascia destra nasce la prima vera occasione interessante dell'Italia.


Barella 5 - E' colui che in transizione dovrebbe fare la differenza ma stasera è troppo impreciso. L'intensità della Spagna lo agita e lo manda in tilt.

Chiesa 5 - Un paio di folate immediatamente stanate dalla difesa della Spagna. Un tiro, il primo dell'Italia, allo scadere della prima frazione. Troppo poco. Dal 64esimo Zaccagni 5 - Non cambia la musica col suo ingresso in campo.

Frattesi 4.5 - Troppo leggero per reggere il confronto con la fisicità spagnola. Tre pressing asfissiante e difesa molto alta, non ha mai la possibilità di mettersi in moto. Dal 46esimo Cambiaso 5 - Entra per dare maggiore copertura a Di Lorenzo: non ci riesce.

Pellegrini 5 - Carvajal è giocatore d'intelligenza calcistica superiore e lui non gli prende mai il tempo. Disorientato, non entra in partita nemmeno da trequartista. Dall'82esimo Raspadori.

Scamacca 5 - I compagni vorrebbero appoggiarsi a lui, ma non lo trovano quasi mai. Gioca isolatissimo, alle prese con un costante e svilente uno contro due. Dal 64esimo Retegui 5 - Entra e dopo una manciata di minuti arriva tardi su un cross di Cristante: poi non la vede mai.

Luciano Spalletti 5 - Ha provato a sfidare la Spagna nel suo terreno uscendone con le ossa rotte. L'1-0 finale non rende giustizia al dominio delle Furie Rosse