Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Serie A
Milan-Fiorentina, gli audio del VAR sul mani di Loftus-Cheek. Gervasoni: "Decisione corretta"TUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO
martedì 5 dicembre 2023, 13:08Serie A
di Ivan Cardia

Milan-Fiorentina, gli audio del VAR sul mani di Loftus-Cheek. Gervasoni: "Decisione corretta"

Consueto appuntamento settimanale con Open VAR, rubrica di DAZN che analizza i principali episodi arbitrali della precedente giornata di campionato, in questo caso la tredicesima. Tra gli episodi passati al vaglio, in questo caso da Andrea Gervasoni, vice commissario designatore della CAN A/B, il possibile rigore - non concesso - alla Fiorentina nella partita col Milan dopo il tocco di mano di Ruben Loftus-Cheek.

L'azione. L'arbitro in campo è Di Bello, al VAR Mazzoleni e Pagnotta. Il tiro di Sottil viene respinto dal centrocampista inglese, con un evidente tocco di mano. Da capire, però, la punibilità: dal centro VAR chiedono a Di Bello, che ha giudicato non punibile il tocco, di prendere tempo. "Da qui parte largo, però è in opposizione", dice uno dei due. L'altro replica: "Da un'altra inquadratura sembra più davanti al corpo. Però ragazzi lo prende e poi gli scivola". L'azione viene poi rivista a velocità normale: la decisione finale è quella di far proseguire l'azione.


Il commento di Gervasoni. Procedura e decisione entrambe corrette per l'ex fischietto: "Non si va a rivedere perché per l'arbitro non è punibile. Gli elementi che lo rendono complicato sono il braccio che parte largo ma va a stringere e la deviazione sul corpo che fa cambiare completamente direzione al pallone. Quindi il VAR ha due elementi che lo portano a non intervenire".