Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / monza / Primo Piano
Conferenza stampa, Stroppa: “Vincendo qui abbiamo dato un gran segnale”
mercoledì 18 maggio 2022, 23:38Primo Piano
di Stefano Pontoni
per Tuttomonza.it

Conferenza stampa, Stroppa: “Vincendo qui abbiamo dato un gran segnale”

Il Monza esce dal "Rigamonti" con una vittoria importantissima, che vale praticamente doppio in ottica passaggio del turno. In conferenza stampa mister Stroppa ha analizzato la prestazione della sua squadra: "Non era facile perché il Brescia è una squadra fortissima che può metterti in difficoltà in qualsiasi momento. Abbiamo faticato all’inizio a prendere le misure, nella fase difensiva eravamo un po’ lunghi. La mia squadra non mi è piaciuta nei primi 20-25 minuti nel palleggio e nelle scelte individuali. Potevamo fare molto meglio. Il gol subito forse ci ha svegliato e c’è stata una reazione. Pretendo una qualità del gioco superiore a quella di questa sera ma non era facile contro questo Brescia. Vincere qua stasera a vincere è un gran bel segnale perché poi il risultato conta. Vittoria importante ma ora c’è il secondo tempo a Monza. Ci sarà da soffrire e dovremo essere ancora più bravi.

Formazione iniziale? Sono state scelte obbligate. Carlos gioca quinto perché D’Alessandro non è in condizione e perché Molina e Pereira non stanno bene. Pirola ha ritrovato forma e salute. Non ha giocato fino ad ora perché non stava bene. Fuori Caldirola e dentro Paletta che non giocava da due mesi. Fuori Sampirisi e dentro Donati. Abbiamo giocato praticamente con una difesa tutta nuova rispetto al solito.

La nostra reazione? A livello qualitativo sia davanti che in mezzo al campo pretendo di più. Barberis ha fatto fatica ad entrare in partita, D’Alessandro e Ciurria potevano essere più incisivi. In questo momento le energie nervose fanno la differenza, la testa fa la differenza. Mi piacerebbe vedere la squadra palleggiare di più, tenere più la palla. A volte ci siamo riusciti a volte no ma di fronte avevamo una squadra fortissima. Andare sotto e ribaltare il risultato mi piace.

Gytkjaer? Molto bene. Ha risposto a livello morale. C’è una leadership in mezzo al campo riconosciuta anche dai compagni. Fa cose che fino a poco tempo fa non faceva e questo è segno di grande autostima.

Infermeria?Caldirola torna dalla squalifica. Mazzitelli è venuto in panchina ma ha fatto solo un allenamento ieri. Anche a Perugia avevamo giocatori in difficoltà. Vediamo se riusciamo a metter dentro gente fresca da qui a domenica. Dall’inizio del campionato a volte la formazione diventa obbligata proprio per le assenze".