Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / monza / Primo Piano
Stroppa: "Era importante passare il turno. Gytkjaer me lo tengo stretto, Sensi deve crescere"
domenica 7 agosto 2022, 23:50Primo Piano
di Fabio Alampi
per Tuttomonza.it

Stroppa: "Era importante passare il turno. Gytkjaer me lo tengo stretto, Sensi deve crescere"

Giovanni Stroppa, tecnico del Monza, ha analizzato in conferenza stampa il successo per 3-2 contro il Frosinone: "Dispiace aver preso gol in quella maniera, per il resto partita che poteva essere gestita in maniera diversa, perchè la squadra era in pieno controllo. I ritmi non sono stati altissimi, mi aspettavo qualcosa di più, ma era importante passare il turno e l'abbiamo fatto. Bene la reazione e chi è entrato. Portiamo a casa un risultato ed è importante in questo momento. Preoccupato per il Torino? Preoccupato no. Penso a mettere la squadra nelle condizioni migliori per affrontare questo campionato e questa partita, abbiamo visto anche ieri il Torino che squadra è. Se non riusciamo ad arrivare nella fisicità a poter lavorare al meglio dovremo farlo con la qualità, e quella vista stasera non mi ha soddisfatto".

Gytkjaer può essere decisivo anche in Serie A?

"Christian è un giocatore eccezionale per il contributo che dà alla squadra, non soltanto tecnico. Non molla mai, è un attaccante che fa gol e ce lo teniamo stretto. Questo suo fiuto sotto porta non l'ha abbandonato e spero che non lo abbandoni mai".

Si attende nuovi ingressi dal mercato?

"Con questo bisogna parlare con la società, sappiamo cosa si può fare, poi vedremo se succederà. Io cercherò di fare il meglio con quelli che siamo".

Come giudica questa partita?

"Serve qualità migliore rispetto a stasera, ma era anche la prima partita. Questi "mezzi" errori, a questo punto della stagione, ci stanno. In un certo senso non sono soddisfatto, ma so anche in che momento siamo. La squadra deve essere più cinica".

Come ha visto Sensi?

"Sensi deve giocare con noi, deve farlo il più possibile. Ha saltato qualche amichevole, qualche allenamento, deve ritrovare la miglior condizione. Come succede ai nuovi, quando si inserisce serve tempo. Tempo ce n'è poco, cercheremo di inserirlo il più in fretta possibile e al meglio possibile".

Che Torino e che campionato si aspetta?

"Squadra forte, fisica, che accetta l'uno contro uno. Partita molto difficile e impegnativa. Saranno due campionati, una situazione anomala".

Quanto saranno importanti le alternative?

"L'abbiamo visto anche la stagione scorsa, sono fondamentali, possono condizionare. Se entrano nello score tanto di guadagnato".

Come sono le condizioni di Pessina?

"Pessina lo valutiamo giornalmente, sta aumentando i carichi di lavoro, spero di averlo a disposizione in questi giorni che precedono il Torino, ma non so se sarà a disposizione dall'inizio o per uno scampolo di partita, questo lo vediamo strada facendo".

Come giudica la prova di Mota?

"Si è impegnato. Deve migliorare nella qualità, soprattutto in questa stagione. Dovrà sicuramente essere migliore nelle cose che andrà a fare, nulla toglie le sue grandissime qualità".