Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2020
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / napoli / Editoriale
180 minuti da brividi: il rischio della Juve e il derby d’Italia che vale la faccia. In coda tutti scontri direttiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
giovedì 13 maggio 2021 08:02Editoriale
di Luca Marchetti

180 minuti da brividi: il rischio della Juve e il derby d’Italia che vale la faccia. In coda tutti scontri...

Rimane aperto tutto fino alla fine. O almeno fino alla prossima. Perché già sabato ci si gioca un bel pezzo di stagione. La Juve, spinta da Dybala e CR7 entrambi a quota 100 in bianconero (ennesimo record di Cristiano Ronaldo, che peraltro è il primo a segnare almeno 100 gol in tre campionati, Spagna, Inghilterra e Germania e con la sua nazionale) si tiene viva. E alle porte c’è lo scontro con l’Inter di Conte che l’ha appena spodestata dalla vittoria del campionato e che potrebbe addirittura togliergli la Champions League.
Le altre tre che si giocano i 3 posti che sono rimasti, Milan, Atalanta e Napoli, hanno vinto e convinto. L’unica che non ha fatto la goleada è stata l’Atalanta, che avrebbe potuto segnare davvero di più, ma lo stato di salute è lo stesso. Sono in forma, sembrano addirittura scoppiare di salute.
Milan e Atalanta con una vittoria sono in Champions, perché sono in vantaggio negli scontri diretti con la Juventus. Quindi basterà battere rispettivamente Cagliari e Genoa per festeggiare. Per via degli scontri diretti: ecco quanto pesa lo 0-3 subito a Torino contro i rossoneri. E addirittura - approfittando di un regalo da parte dell’Inter - potrebbe festeggiare anche il Napoli, impegnato a Firenze. Deve vincere e sperare che la Juve perda. Ecco perché la Juve deve assolutamente vincere. Per tenersi vivo fino alla fine, fare altri sei punti. Con in mezzo la finale di coppa Italia. E sperare che il Napoli perda punti per strada. E non basta arrivare pari, visto che se è vero che negli scontri diretti c’è parità assoluta, la differenza sarebbe nella differenza reti (scusate il gioco di parole) nettamente a favore del Napoli (+43 a +35).
In coda c’è un grande intrigo. Lo Spezia ha accarezzato la salvezza con due turni di anticipo e il gol di Keita invece la condanna a un finale di passione. Prima lo scontro diretto con il Torino, che nel frattempo psicologicamente si è fatto male contro il Milan (perdere ci sta, così fragorosamente no), poi la Roma all’ultima.
Il Torino stesso ha due chanches per salvarsi: la prima proprio contro lo Spezia, non dovesse riuscire a chiudere la questione salvezza avrebbe a disposizione l’ultimo match ball con il Benevento. Benevento che a sua volta ha la possibilità ancora di salvarsi. Con sei punti Pippo Inzaghi sarebbe salvo (tranne nel caso di arrivo a pari punti con lo Spezia). Ed è tutto straordinario poterlo vivere così condensato. Certo anche qui potrebbe chiudersi tutto con 90 minuti di anticipo. Se il Benevento non dovesse vincere contro il Crotone, potrebbe essere già retrocesso. Ma sono tutti vivi fino alla fine. O se credete sono tutti in ballo fino alla fine, anche il Cagliari (che giocherà contro Milan e Genoa) che comunque ancora, per essere sicuro, qualche punto lo deve fare. Anche se obiettivamente ha più di un vantaggio in questa corsa: il punto preso a Firenze fa più che comodo. Sono salve Genoa, Fiorentina e ufficialmente (ora) anche l’Udinese.
E’ crudele che una stagione debba giocarsi in 180 minuti o addirittura 90. Ma è il bello del calcio. Buon divertimento. Dopo i verdetti parleremo di futuro e di mercato. Ora non ha voglia nessuno di parlarne e di pensarci...
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000