Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
La decisione dopo il vertice telefonico Juventus-Allegri: Koulibaly diventa il primo obiettivoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 2 luglio 2022, 10:15Serie A
di Tommaso Bonan

La decisione dopo il vertice telefonico Juventus-Allegri: Koulibaly diventa il primo obiettivo

La Juventus vuole ingaggiare Kalidou Koulibaly per rifarsi la difesa, in caso di partenza di De Ligt, e il nome del centrale senegalese è finito in cima alla lista dei desideri dopo un recente vertice telefonico tra i dirigenti juventini e il tecnico Allegri. La missione è ai limiti dell'impossibile - sottolinea La Stampa nel suo punto di mercato - e non solo perché vincolata alla cessione del difensore olandese: bisogna trattare con il presidente De Laurentiis e poi ottenere il sì del giocatore.

Nei parametri.
I ragionamenti alla Continassa sono in corso e il 31enne Koulibaly viene considerato il giocatore ideale per sostituire De Ligt. In più ha uno stipendio che rientra perfettamente nei nuovi piani bianconeri, può guadagnare 6 milioni di euro più 2 di bonus, e rappresenterebbe anche un risparmio rispetto a quello che costa attualmente De Ligt (8 milioni netti più 4 di bonus).

100 milioni cash.
La Juve ha fissato un prezzo per cedere l'olandese, vuole 100 milioni "cash" e ha già respinto la proposta del Chelsea di 40 milioni più un giocatore (Werner o Pulisic), e allo stesso tempo riflette sui 40 milioni chiesti per Koulibaly. De Laurentiis sa che corre il rischio di perdere il proprio giocatore a parametro zero tra un anno e non può fare grandi barricate, al massimo sperare nelle manovre di Barcellona e Chelsea per non vederlo finire a Torino.