Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / I fatti del giorno
Brutto Napoli, addio alla Champions. L'Empoli si conferma un tabù e sprinta per la salvezzaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 21 aprile 2024, 00:45I fatti del giorno
di Pierpaolo Matrone

Brutto Napoli, addio alla Champions. L'Empoli si conferma un tabù e sprinta per la salvezza

Il più brutto Napoli della gestione di Francesco Calzona fa una brutta figura a Empoli e torna a perdere in campionato, dicendo probabilmente addio alle residue speranze di qualificazione alla prossima Champions League. Al Castellani Cerri porta in vantaggio gli azzurri di casa dopo meno di quattro minuti e il vantaggio resiste fino alla fine: 1-0 il risultato finale, tanto basta.

Una prestazione ignobile da parte della squadra campione d'Italia, in cui non si salva quasi nessuno (eccezion fatta per Lobotka), neanche il tridente d'attacco che in altre serate aveva mascherato i problemi collettivi. Benissimo, invece, l'Empoli che secondo Davide Nicola ha sfornato la miglior prova da quando siede lui in panchina, con Fazzini e Maleh sugli scudi, difesa compatta e non solo.


A fine partita Calzona, in virtù della serata decisamente storta e della contestazione dei tifosi (durante il match e a fine partita, richiamando i calciatori sotto il Settore Ospiti), si sente in dovere di chiedere scusa alla gente di Napoli: "Personalmente chiedo scusa ai tifosi del Napoli che fanno tanti sacrifici per sostenerci, mi sento di chiedere scusa perché domenica c'erano 51 mila persone allo stadio. Il pubblico napoletano fa una contestazione equilibrata, posso solo chiedere scusa".

Di contro Nicola non può che essere soddisfatto, visto che per l'Empoli è arrivato uno sprint importante verso la salvezza: "Queste partite si vincono con un piano tattico, l'interpretazione in campo fa la differenza. Quando riesci ad arrivare un'intensità tale riesci a rimanere sempre corto, il primo tempo nostro è stato di grande qualità poi il Napoli ha le sue qualità. Sono contento per i ragazzi, avevamo bisogno di risposte ma non siamo stati concentrati sui calci piazzati".