Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Brambati: “Il Napoli di Spalletti come una moto truccata. Natan? Non è pronto”TUTTO mercato WEB
martedì 5 dicembre 2023, 19:50Le Interviste
di Francesco Carbone
per Tuttonapoli.net

Brambati: “Il Napoli di Spalletti come una moto truccata. Natan? Non è pronto”

Massimo Brambati, ex calciatore e attuale opinionista sportivo, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli

Massimo Brambati, ex calciatore e attuale opinionista sportivo, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Natan non è pronto, Napoli è una piazza importante e sulla maglia c’è uno scudetto. A mio avviso portare questa maglia non è facile, non è come giocare nell’Empoli e nel Verona. Ricordiamoci però che, tutti i calciatori, crescono molto anche a livello tecnico tanto a seconda dell’allenatore che c’è. Skriniar, quando è stato consegnato ad Antonio Conte è esploso.

Kim è arrivato già con attitudini importanti e grandissima predisposizione, ma è stato facilitato dal fatto che ci fosse Spalletti in panchina. Il difensore meno forte sulla carta cresce se ha di fianco un difensore forte. Bonucci senza Chiellini è sempre stato un difensore con grandissime pecche.

Menomale che a Napoli c’è Mazzarri. Garcia non era l’uomo giusto a Napoli, per fortuna è stato allontanato ed avrà fortune in altri posti. Però continuo a sostenere che l’anno scorso il Napoli è stato come una moto truccata dal meccanico Spalletti. Lui è riuscito a far sì che tutti i giocatori dessero il 120% e l’attenzione di ciò che diceva nello spogliatoio era catalizzatore per i calciatori”.