Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Rambaudi: "Esonero Mazzarri inevitabile, ecco cosa mi aspetto da Calzona"TUTTO mercato WEB
martedì 20 febbraio 2024, 22:00Le Interviste
di Redazione Tutto Napoli.net
per Tuttonapoli.net

Rambaudi: "Esonero Mazzarri inevitabile, ecco cosa mi aspetto da Calzona"

L'ex calciatore Roberto Rambaudi, nel corso de ‘Il Bello del Calcio’ su Televomero, ha parlato dell’avvicendamento verificatosi sulla panchina azzurra.

L'ex calciatore Roberto Rambaudi, nel corso de ‘Il Bello del Calcio’ su Televomero, ha parlato dell’avvicendamento verificatosi sulla panchina azzurra e della sfida al Barcellona: “L’esonero di Mazzarri è il risultato di una mancanza di credibilità.

Cosa mi aspetto da Calzona? La credibilità che non ha dato Walter Mazzarri. Il toscano non era credibile con il 4-3-3, è un sistema di gioco che non sente suo. Sabato si è visto che la squadra è statica e senza idee, per questo ottiene la metà dei risultati. Calzona, a differenza del predecessore, conosce l’ambiente e i giocatori conoscono lui e il suo modo di allenare. Calzona è stato la fortuna di Sarri e Spalletti per quanto riguarda l’organizzazione della fase difensiva, soprattutto nel comunicare concetti e principi di gioco. ADL deve assecondarlo nelle richieste per lo staff. 

L’esonero di Mazzarri era inevitabile, perché non ha avuto il coraggio di andare avanti per la sua strada. I calciatori capiscono quando un allenatore crede in ciò che fa.

Cajuste? Un giocatore di grande prospettiva e che ha tutto per diventare un elemento di assoluto livello: ha gamba, tempi di inserimento e temperamento.

Barcellona? Il Napoli deve giocare un buon calcio e provare a dominare la partita, gli spagnoli non sono bravi nel correre dietro al pallone”.