Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Mauro critica ADL: “Ha tolto credibilità a Garcia alla conferenza di presentazione”TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 27 febbraio 2024, 17:40Le Interviste
di Francesco Carbone
per Tuttonapoli.net

Mauro critica ADL: “Ha tolto credibilità a Garcia alla conferenza di presentazione”

Massimo Mauro, ex calciatore del Napoli e della Juventus e ora opinionista, è intervenuto nel corso della trasmissione ‘Il Bello del calcio’ in onda su TeleVomero

Massimo Mauro, ex calciatore del Napoli e della Juventus e ora opinionista, è intervenuto nel corso della trasmissione ‘Il Bello del calcio’ in onda su TeleVomero: “Difficile ottenere risultati quando a un allenatore togli credibilità, alla conferenza stampa di presentazione di Garcia sembrava che fosse ADL il tecnico. Se questo è il modo di condurre un gruppo non ci siamo. Se ne possono cambiare anche 3/4 di allenatori, ma non serve a niente. Bisogna dare le responsabilità nella gestione dello spogliatoio a chi di dovere: allenatore e calciatori.

Fossi stato in Rudi Garcia, quella conferenza a Capodimonte non l’avrei fatta. L’allenatore è stato subito delegittimato e queste cose i calciatori le percepiscono. Napoli non è una piazza facile in questo senso. Anche la gestione dei rinnovi non è stata ottimale, difficile non dare ragione a Zielinski ed altri elementi della rosa. Il pubblico e i calciatori hanno bisogno di certezze.

Le parole di Calzona post-Cagliari? E’ come se i calciatori fossero diversi: nello scorso anno tutti provavano tutto e davano il massimo per i compagni. Ora tutti vogliono palla tra i piedi. Con Spalletti le posizioni dei calciatori venivano gestite diversamente, ma quel Napoli è scomparso.

Barcellona-Napoli? Una grande occasione e sarebbe fantastico far ripartire la stagione da un passaggio di turno in Champions League. Non so se Calzona sarà l’allenatore del prossimo anno, ma quello per cui si riconoscono le grandi squadre è l’impronta di gioco. Bisogna ricominciare dalle scelte che hanno portato alla nascita delle fantastiche squadre di Sarri e Spalletti”.