Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Slovacchia, Lobotka: "Con la Romania non facile. Siamo slovacchi, ci piace complicare le cose"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 23 giugno 2024, 23:30Le Interviste
di Antonio Noto
per Tuttonapoli.net

Slovacchia, Lobotka: "Con la Romania non facile. Siamo slovacchi, ci piace complicare le cose"

Stanislav Lobotka, centrocampista del Napoli e della Slovacchia, ha parlato ai microfoni della federazione slovacca del prossimo impegno contro la Romania.

Stanislav Lobotka, centrocampista del Napoli e della Slovacchia, ha parlato ai microfoni della federazione slovacca del prossimo impegno contro la Romania, decisivo per il passaggio agli ottavi di Euro 2024: "Personalmente non li ho visti nelle qualificazioni, li ho visti solo ieri nella partita contro il Belgio. Hanno dimostrato di difendere bene e di avere le idee chiare su come giocheranno. Non è una squadra che vuole dominare in campo, ma piuttosto difendere bene e attaccare fino alle pause o aspettare l'errore dell'avversario. Noi giochiamo con uno stile leggermente diverso, loro sono più difensivi e vanno a muro. Giocano più palla e vanno in contropiede. Noi corriamo più rischi quando perdiamo palla, può rimanere aperto, ma quando funziona può essere un vantaggio". 

Due reti subite contro l'Ucraina. "Lì abbiamo mostrato il pressing, come e quando avviarlo. A volte parliamo di dettagli che non si vedono nemmeno dall'esterno. Abbiamo parlato di come rimanere compatti e cosa fare in modo che l'avversario abbia tanti problemi quanto possibile, per passare meno palloni possibile. È un calcio impegnativo, ma quando vuoi essere attivo e dominante, conta molto correre. Lo stile è molto impegnativo per noi, ma anche per l'avversario". 

Sulla situazione del girone: "Non abbiamo ancora tirato fuori la calcolatrice, anche se in Slovacchia va così. Abbiamo tre punti che nessuno si aspettava. Non sarà facile, ma è ancora nelle nostre mani. Nessuno voleva così, ma noi Siamo slovacchi, ci piace complicare le cose, non solo nello sport. Volevamo che fosse già deciso. Dobbiamo gestire la partita finale e concentrarci sul nostro gioco".

Un giorno in più di recupero. "Abbiamo ancora un giorno sulla carta, ma quattro giorni sono sufficienti per la rigenerazione. Tuttavia, nell'ultima partita del girone, tutto ruota intorno e tutti danno il 100%".