Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Salernitana, Sabatini su Cavani: "Suggestione del presidente, ben al di fuori dei nostri parametri"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di TuttoSalernitana.com
venerdì 27 maggio 2022, 20:00Le Interviste
di Antonio Noto
per Tuttonapoli.net

Salernitana, Sabatini su Cavani: "Suggestione del presidente, ben al di fuori dei nostri parametri"

"Parliamo di un calciatore che ha guadagnato dieci milioni nell’ultima stagione".

A '1 Football Club' su 1 Station Radio, è intervenuto Walter Sabatini, direttore sportivo della Salernitana. 

Quanto ha creduto nella salvezza? “Ci credevo per come mi avete visto crederci pubblicamente. Quando mi sono presentato in sala stampa sapevo che avremmo potuto salvarci, ci credevo più di tutti. Il sentimento della paura mi ha tenuto vivo, per questo ero così convinto che ce l’avremmo fatta.

Sulle scelte di mercato per la Salernitana:Sono andato sui giocatori che avevano il giusto profilo morale per la nostra causa. Ho selezionato quelli che avevano determinati principi e valori, oltre che la voglia di tornare protagonisti in campo. In quel momento non erano in tanti a voler venire a Salerno, e quando ho notato diffidenza non ho esitato a chiudere la porta.”

Quanto è contato il suo status a Salerno e il rapporto con i tifosi: “Conta più di ogni cosa, perché sono stati i tifosi della Salernitana a darmi quel valore di 'essere Walter Sabatini'. Quando ho visto questa meravigliosa generosità di giudizio da parte del popolo granata, ho creduto di dover essere Walter in tutto e per tutto, e ho voluto essere ciò che la gente ha voluto che fossi. Qui sono stato trattato in maniera magnifica, quasi divinizzato, e io ho tratto molta forza da questo sentimento. I tifosi sono i veri proprietari di un club, perché un club senza tifosi non è tale. Il presidente Iervolino si prende i suoi rischi attraverso i suoi soldi, e questo è ormai sempre più raro nel calcio moderno.”

Sulle difficoltà nell’operare sul mercato: “La gente parla senza sapere, e faccio riferimento anche ai tanti opinionisti che fanno i liberi pensatori, ma che di fatto sono solo liberi, ma pensano poco. Operare sul mercato è stato difficile. Io ho fatto sempre si, nella mia carriera, che i presidenti spendessero meno soldi possibile, ed ho sempre cercato di mantenere questa linea.”

Sulle potenzialità del progetto Salernitana: “La Salernitana è in ottime mani: ha una società seria, solida e visibile. Iervolino e i suoi uomini sono persone chiare e che si espongono. Uno dei segreti dell’Atalanta, ad esempio, è stata l’esposizione della famiglia Percassi, ed è la stessa caratteristica che sta presentando la Salernitana.”

Sulla gestione del prossimo mercato: “Non faremo nessuno stravolgimento. Ci saranno aggiunte mirate in accordo con Nicola. Il mister è molto legato a questo gruppo ed è giusto mantenere questa struttura. Però ci saranno degli innesti mirati e collocheremo al meglio la rosa anche in uscita. Conferma Nicola? Certo che puntiamo su Nicola, lui ha portato tante cose alla Salernitana, non solo i risultati. Non ci è mai balenato nella testa di fare una scelta diversa. L'indiscrezione su Cannavaro? Fuori luogo il suo nome associato alla Salernitana, con tutto il rispetto per lui, al momento è impossibile non puntare su Davide Nicola.”

Su Cavani: “È una suggestione del presidente Iervolino. Cavani non c’entra nulla con la Salernitana. Parliamo di un calciatore che ha guadagnato dieci milioni nell’ultima stagione, è ben al di fuori dei parametri economici della Salernitana. Dovrei poi dire agli altri ragazzi che devo tagliargli l’ingaggio del 70%, dunque anche in questo caso parliamo di un’associazione fuori luogo.