Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Budel avvisa: “Cremonese? Il Napoli non deve montarsi la testa dopo la vittoria in Champions”TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 7 ottobre 2022, 07:00Le Interviste
di Francesco Carbone
per Tuttonapoli.net

Budel avvisa: “Cremonese? Il Napoli non deve montarsi la testa dopo la vittoria in Champions”

A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” è intervenuto Alessandro Budel, opinionista

A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” è intervenuto Alessandro Budel, opinionista: “Il Napoli? In questo momento sta un po’ sorprendendo, non pensavo che partisse con questa convinzione. Il fatto di essere partiti senza i fari puntati può aver fatto lavorare meglio la squadra e senza responsabilità. Sono stati presi anche giocatori giovani, Koulibaly è stata la mancanza più grande, anche se Kim sta giocando bene. Kvaratskhelia? Non giocava in un campionato importante, è stato bravo chi l’ha portato e chi l’ha scoperto. Bravo il Napoli ad aver puntato su questo ragazzo. Potrebbe mancare di continuità perché è molto giovane, ma è forte.

Lobotka? È un giocatore veramente forte, già l’anno scorso si vedeva la sua qualità. Al di là del fatto che si trovi sempre nel posto giusto al momento giusto, ha sempre un ordine mentale incredibile. È sempre a disposizione dei compagni facendoli sentire più sicuri, ha personalità.

La gara contro la Cremonese? Il Napoli non deve montarsi la testa dopo la vittoria in Champions League, ha una grande mentalità a questo punto della stagione e perderla sarebbe un peccato. L’anno scorso ha avuto difficoltà con le piccole. La preparazione? Ha lavorato di più a livello fisico, ma incide in piccola parte, non credo sia un fattore che abbia fatto la differenza.

La lotta scudetto? Milan e Napoli sono più avanti rispetto alle altre. Juve e Inter torneranno perché il campionato è ancora lungo, ma hanno qualcosa in meno per mentalità”.