Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
AUDIO - Damiani: “Il Napoli non ha ancora vinto lo scudetto, ma ha due vantaggi”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 17 novembre 2022, 21:50Le Interviste
di Francesco Carbone
per Tuttonapoli.net

AUDIO - Damiani: “Il Napoli non ha ancora vinto lo scudetto, ma ha due vantaggi”

L’ex calciatore e tuttora procuratore Oscar Damiani ha parlato ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Piazza Affari, del momento del Napoli.

Piazza Affari con Cristiano Cesarini e Lucio Marinucci - Ospite:Oscar Damiani

L’ex calciatore e tuttora procuratore Oscar Damiani ha parlato ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Piazza Affari, del momento del Napoli.

Napoli davanti anche per merito del grande lavoro di Giuntoli?
“Giuntoli sta facendo un lavoro straordinario, anche grazie alle persone che lavorano con lui. In più il rapporto con Spalletti e i giocatori è ottimo”.

Il silenzio di De Laurentiis sta aiutando?
“Lui è il presidente e di conseguenza deve seguire e controllare ogni situazione. Così dovrebbe essere dappertutto, il che invece non è scontato”.

Samardzic interessa al Napoli, potrebbe essere un nome all’altezza?
“È un buon giocatore, ma in questo momento il Napoli non mi sembra abbia bisogno di cambiare. L’unico sforzo dovrebbe essere rivolto al campo, anche con la sosta di mezzo”.

Pensa che il Napoli abbia già lo scudetto in mano o no?
“Il Napoli non ha ancora vinto lo scudetto, ma ha un vantaggio di punti importante e, soprattutto, ha a disposizione due squadre da poter ruotare”.

Quanto sta influendo il lavoro di Spalletti in questo avvio?
“Spalletti è un grande, perché la sua squadra gioca bene ed è in grado di riuscire a costruire un rapporto vero con i suoi giocatori”.

Mancini sperimenta con i giovani prima dei club, non le sembra un paradosso?
“Sfortunatamente non è riuscito a portarci ai mondiali, ma fa bene a puntare sui giovani, anche se poi evitare troppe pressioni ai ragazzi è sempre meglio”.

Favorita ai mondiali?
“Le sudamericane come Brasile e Argentina potranno sicuramente dire la loro, ma ci sono altre squadre storiche come la Germania”.