Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
VIDEO - L’editoriale di Chiariello: “Il Napoli crollerà? Chiederò la bolletta a Desailly. E’ disonestà intellettuale!”
lunedì 28 novembre 2022, 09:50Le Interviste
di Antonio Noto
per Tuttonapoli.net

VIDEO - L’editoriale di Chiariello: “Il Napoli crollerà? Chiederò la bolletta a Desailly. E’ disonestà...

C’è solo un signore, Luciano Spalletti, che dice una cosa diversa.

Nel corso di ‘Campania Sport’ su Canale 21, è intervenuto il giornalista Umberto Chiariello con il suo consueto editoriale: “Uno come D’Onofrio, narcotrafficante viene nominato Commissario degli arbitri, e ora non è che Trentalange se ne assume la responsabilità e Gravina si dimette. Nessuno sa niente, oggi leggiamo le accuse che si lanciano a vicenda. Ma quando ci decidiamo ad azzerare questi vertici che ormai rappresentano solo sé stessi e le loro poltrone? Gravina porta a casa 400mila euro ogni anno, vi pare possibile che si dimette. Pace che l’Italia non vada ai Mondiali. In questo paese ormai è tutto consentito, tanto a noi interessa sapere che il Belgio va fuori. Che Mertens fa ancora parte di un gruppo di magnifici perdenti, perché il Belgio dopo due anni di primato nel ranking mondiale non hanno vinto niente. O vedere quel Koulibaly nel Senegal che mi fa quasi tenerezza, perché non ha niente a che vedere con quel mostruoso Kalidou che conosciamo noi. Lozano sicuramente torna a casa e oggi Adani che fa il pazzo per magnificare Messi. L’Argentina ha fatto due partite squallidissime, ha trovato il gol del suo fuoriclasse, ma è ben lontana dalla squadra che può vincere il Mondiale. In questo momento sono i fuoriclasse con Mbappe che tengono in vita la competizione, siamo alla ricerca di nuovi campioni, perché i vecchi non reggono più.

Però noi a quello ci attacchiamo, perché ormai lo sport preferito dai giornali, oltre ai Mondiali, è intervistare ogni giorno un ex milanista un simpatizzante del Milan, che dice che il Napoli crollerà. L’ultimo è stato Desailly, al quale chiamerò per chiedergli la bolletta visto che prevede tutto. E’ disonestà intellettuale, perché si dice: ‘Io penso che il Napoli non regga’ e non ‘Il Napoli crollerà’. Se hai questa certezza mi dai una bolletta mio caro Desailly. C’è un modo di esprimersi che è fondamentale per chi ha fatto sport.

C’è solo un signore, Luciano Spalletti, che dice una cosa diversa: ‘Vorrei che ci fosse una sosta tutti gli anni, a noi farà bene e possiamo persino migliorare’. Il Napoli crollerà, ma perchè le altre? Dove sono questi giocatori al Mondiale che stanno facendo faville? Forse Rabiot? E Dybala dov’è? E De Ketelaere quanti gol ha fatto in Qatar? Non mi ricordo… La verità è che siamo ridicoli e riempiamo pagine di giornali di nulla, cercano solo di minare le certezze partenopee perché il Napoli dà fastidio economico su chi investe sui grandi club mediaticamente e poi si trova la polpetta tirata fuori da qualcuno che non gli appartiene. Noi speriamo non solo di togliergli la polpetta, ma anche il dessert e l’ammazzacaffè. E ci vediamo a giugno… E’ evidente che c’è molta malafede in giro”.